Event_Coverage

Ravagli Ravages Italy

  • Print

Ha 21 anni si chiama Luca Ravagli ed è di Pescara il nuovo campione italiano di magic 2009. Nella ridente Rimini Luca è riuscito a prevalere su un field di 228 giocatori con il suo Cruel Control, perdendo una sola partita e concedendo le ultime due. gli onori delle armi vanno a Marco Monetto, di 22 anni, che è giunto ad un passo dal traguardo col suo 3C Faeries. A completare la squadra nazionale i giovanissimo Marcello Calvetto di 17 anni e Samuele Estratti, il più vecchio dei quattro, con ben 23 anni! Abbiamo assistito in questo torneo ad un evidente ricambio generazionale, alla base del quale sta probabilmente la passione sempre crescente per il gioco, che continua ad attrarre sempre di più i giovani. Ma questa generazione terribile, che avrà il dovere di rappresentarci con onore durante i mondiali di Roma, dovrà prepararsi a difendersi il prossimo anno dalla vecchia guardia, che sicuramente vorrà provare a prendersi la rivincita dopo la sonora batosta subita quest’anno.




Quarterfinals   Semifinals   Finals   Champion
1 Samuele Estratti   Samuele Estratti, 3-2        
8 Gennaro Mango   Marco Monetto, 3-1
       
4 Alessandro Masi   Marco Monetto, 3-1   Luca Ravagli, 3-0
5 Marco Monetto    
       
2 Nicola Benigni   Marcello Calvetto, 3-2
7 Marcello Calvetto   Luca Ravagli, 3-2
       
3 Luca Ravagli   Luca Ravagli, 3-2
6 Riccardo Neri    


3rd Place Playoff  
Marcello Calvetto Samuele Estratti, 3-1
Samuele Estratti


EVENT COVERAGE INFORMATION
  • by Andrea Vitali
    Finale
    Luca Ravagli (Cruel Control) vs. Marco Monetto (3-Color Faeries)

  • by Bruno Panara
    Final (English)
    Luca Ravagli (Cruel Control) vs. Marco Monetto (3-Color Faeries)

  • by Andrea “Pk” Panebianco
    3/4 playoff
    Samuele Estratti (Faeries) vs. Marcello Calvetto (Cruel Control)

  • by Bruno Panara
    Semifinals
    Luca Ravagli (Cruel Control) vs. Marcello Calvetto (Cruel Control)

  • by Andrea Vitali
    Semifinals
    Samuele Estratti (Faeries) - Marco Monetto (3C Faeries)

  • by Simone Carboni
    Quarterfinals
    Luca Ravagli (Cruel Control) vs. Riccardo Neri (UW-r(b) Control)

  • by Bruno Panara
    Quarterfinals
    Nicola Benigni (Fate) vs. Marcello Calvetto (Cruel Control)

  • by Andrea Vitali
    Quarterfinals
    Alessandro Masi (RB Aggro) - Marco Monetto (3C Faeries)

  • by Andrea “Pk” Panebianco
    Quarterfinals
    Samuele Estratti (Faeries) – Gennaro Mango (Elves)

  • by Andrea Vitali
    Top 8
    Decklists

  • by Andrea Vitali
    Top 8
    Player Profiles

  • by Event Coverage Staff
    Day 2 Coverage

  • by Event Coverage Staff
    Day 1 Coverage

  • by Event Coverage Staff
    Info: Fact Sheet
 1.  Ravagli, Luca
 2.  Monetto, Marco
 3.  Estratti, Samuele
 4.  Calvetto, Marcello
 5.  Benigni, Nicola
 6.  Masi, Alessandro
 7.  Neri, Riccardo
 8.  Mango, Gennaro
Pairings Results Standings
Final

13
13
12
11
10
9
8
14
13
12
11
10
9
8
14
13
12
11
10
9
8

7
6
5
4
3
2
1
7
6
5
4
3
2
1
7
6
5
4
3
2
1

 

  • Top 8 - Player Profiles
    by Andrea Vitali
  • Nome: Riccardo
    Cognome: Neri
    Età: 24
    Professione: Sviluppatore Software

    Punteggio nel Torneo: 10 - 2 - 2
    Standard: 6 - 0 - 2
    Draft 1: 2 - 1 - 0
    Draft 2: 2 - 1 - 0

    Mazzo Standard: 3 Color Control
    Nome: Captain America
    Sviluppatore: Riccardo Neri

    Tipologia Draft 1: Jund Aggro
    Tipologia Draft 2: Jund Aggro

    Eventuali piazzamenti di prestigio: 2nd Gp Barcellona 2009

    Miglior carta M10: Baneslayer Angel




    Nome: Luca
    Cognome: Ravagli
    Età: 21
    Professione: Studente

    Punteggio nel Torneo: 11 - 3
    Standard: 5 - 3
    Draft 1: 3 - 0
    Draft 2: 3 - 0

    Mazzo Standard: 5 Color Control

    Tipologia Draft 1: GWU
    Tipologia Draft 2: GWU

    Eventuali piazzamenti di prestigio: Top 16 GP Barcellona

    Miglior carta M10: Great Sable Stag




    Nome: Alessandro
    Cognome: Masi
    Età: 28
    Professione: Operatore Front Office

    Punteggio nel Torneo:
    Standard: 7 - 1
    Draft 1: 2 - 1
    Draft 2: 2 - 1

    Mazzo Standard: RB Blightning
    Nome: Monorozzo
    Sviluppatore: Alessandro masi

    Tipologia Draft 1: Grixis
    Tipologia Draft 2: Esper

    Eventuali piazzamenti di prestigio: top8 nazionali 2009!

    Miglior carta M10: Harm’s Way




    Nome: Gennaro
    Cognome: Mango
    Età: 23
    Professione: Studente

    Punteggio nel Torneo: 10 - 1 - 3
    Standard: 6 - 1 - 1
    Draft 1: 2 - 1
    Draft 2: 2 - 1

    Mazzo Standard: Elves Combo
    Nome: GS Ball
    Sviluppatore: Gennaro Mango

    Tipologia Draft 1: Naya
    Tipologia Draft 2: Naya

    Eventuali piazzamenti di prestigio: top 8 nazionale 2009

    Miglior carta M10: Baneslayer Angel




    Nome: Marcello
    Cognome: Calvetto
    Età: 17
    Professione: studente

    Punteggio nel Torneo: 10 - 3 - 1
    Standard: 6 - 1 - 1
    Draft 1: 2 - 1
    Draft 2: 2 - 1

    Mazzo Standard: Cruel Control
    Nome: Autismo Deck
    Sviluppatore: Copiato da internet

    Tipologia Draft 1: WU exalted aggro
    Tipologia Draft 2: Naya

    Eventuali piazzamenti di prestigio: top 8 GP Rimini 2008, top 50 PT Kyoto 2009, 71 pt Honolulu

    Miglior carta M10: Great Sable Stag




    Nome: Samuele
    Cognome: Estratti
    Età: 23
    Professione: Studente

    Punteggio nel Torneo: 10 - 1 - 3
    Standard: 4 - 1 - 3
    Draft 1: 3 - 0
    Draft 2: 3 - 0

    Mazzo Standard: Faeries
    Nome: Fave Ignoranti
    Sviluppatore: Samuele Estratti

    Tipologia Draft 1: WG splash rosso
    Tipologia Draft 2: UW Aggro

    Eventuali piazzamenti di prestigio: top 4 Nazionali 2008, top 32 GP Rotterdam 2009

    Miglior carta M10: Great Sable Stag




    Nome: Nicola
    Cognome: Benigni
    Età: 16
    Professione: Studente

    Punteggio nel Torneo: 11 - 3
    Standard: 7 - 1
    Draft 1: 3 - 0
    Draft 2: 1 - 2

    Mazzo Standard: faeroes
    Nome: Spongebob List
    Sviluppatore: Nicola Benigni

    Tipologia Draft 1: Jund Aggro
    Tipologia Draft 2: Naya Fatties

    Eventuali piazzamenti di prestigio: top 8 nazionali 2009

    Miglior carta M10: Great Sable Stag




    Nome: Marco
    Cognome: Monetto
    Età: 22
    Professione: Impiegato

    Punteggio nel Torneo: 10 - 2 - 2
    Standard: 6 - 0 - 2
    Draft 1: 2 - 1
    Draft 2: 2 -1

    Mazzo Standard: 3 C Faeries
    Nome: “Fate” il piacere di non giocare rosso
    Sviluppatore: David Besso

    Tipologia Draft 1: Naya Aggro
    Tipologia Draft 2: GWR Aggro

    Eventuali piazzamenti di prestigio: Top 8 nazionali 2009

    Miglior carta M10: Lightning Bolt

     

  • Top 8 - Decklist
    by Andrea Vitali
  • Nicola Benigni - Faeries

    Alessandro Masi - RB Blightning

     

  • Quarterfinals - Samuele Estratti (Faeries) – Gennaro Mango (Elves)
    by Andrea “Pk” Panebianco
  • Si affrontano in questo quarto di finale due giocatori già stati nel top8 di un Campionato Nazionale: Samuele Estratti da Pistoia era nella squadra italiana agli ultimi mondiali come riserva dopo il 4° posto del 2008, mentre Gennaro Mango, a Roma nel 2005, partì dal “100 città” col suo GB control per poi finire nell’élite del Magic Nostrano.

    Samuele dimostra subito di conoscere le basi della scaramanzia sfoderando una tecnica del pianto all’avanguardia: il tiro del dado è già di suo appannaggio.

    Samuele vola a roma tra le fate
    Mulligan per Samuele, mentre Gennaro si sente sicuro della sua mano e tiene. Il pistoiese però apre solo un’isola in mezzo alle sue 6 carte e decide di scendere a 5, esordendo con Drowned Catacombs. La successiva Nettle Sentinel del napoletano mette a segno i primi due danni, mentre un Devoted Druid viene fermato da Broken Ambitions. Un Thoughtseize (che si porta via un Elvish Archdruid) dopo, Gennaro riparte a picchiare e droppa Mossworth Bridge ed un’altra Sentinella, seguita da un Visionary Elf ed un altro Bridge. Non si mette bene per Samuele, che si difende con le unghie e coi denti: dopo essere sceso a 5 punti vita, un Cryptic Command ferma un Gilt-Leaf Archdruid dall’essere evocato e poi dopo aver tappato tutte le creature avversarie con lo stesso, Samuele ne ruba una con una Sower of Temptation. Ma non basta perché gli elfi diventano troppi: un Ranger of Eos fornisce carburante, una Regal Force entra e regala altre cinque carte a Gennaro che comincia ad abusare della Heritage Druid e costringe l’avversario alla resa sul successivo attacco di Sentinel.

    Estratti 0-1 Mango

    Stavolta un mulligan tocca a Gennaro, che vede la sua mano poi esser bersaglio di Thoughtseize, e così un Great Stable Stag prende la strada del cimitero. Ma nonostante l’impegno, Samuele deve subire la ribellione del suo mazzo che non gli regala nemmeno una terra dopo le due della mano iniziale. Inizia una lenta erosione di punti vita della Nettle Sentinel, finché finalmente una Bitterblossom non viene in soccorso al toscano. Non sta molto meglio però Gennaro, fermo a quota tre terre e incapace di giocare altro dopo il Deathmark che toglie di mezzo il suo 2/2. Stavolta è Samuele a partire all’attacco, con una Spellstutter Sprite e il primo token fatina. C’è un tentativo di forzare un Ranger of Eos, ma una seconda Spellstutter se ne prende cura, e i token che attaccano cominciano ad essere troppi. Ancora un disperato tentativo di difesa ma Flashfreeze dice no ad un Cloudthresher giocato con evoke, e sul successivo attacco di fatine, Gennaro dice basta.

    Estratti 1-1 Mango

    Stavolta niente mulligan per nessuno, e la solita Nettle Sentinel è la prima creatura a toccare il tavolo, seguta da una sua simile il turno dopo. Ciò permette a Gennaro di giocare poi Heritage Druid e Llanowar Elves al turno 2 ed avere un’accelerazione notevole. Un Thoughtseize toglie di mezzo Regal Force al modico prezzo di due punti vita, ma questo non serve a fermare il brutale pestaggio del turno successivo, quando Samuele prende 6 danni e si vede giocare un Elvish Archdruid in faccia. Inchiodato per la seconda volta a due terre, il Top4 dello scorso anno vede rapidamente scendere i suoi punti vita fino a sette, quando con un Agony Warp tenta una disperata difesa ammazzando il Druido e annullando l’attacco di una Sentinel. Ma quando all’offensiva Gennaro fa seguire un Ranger of Eos, con un malinconico “non cercare neanche le creature” Samuele ammucchia mano, lande e cimitero e propone di passare alla quarta.

    Estratti 1-2 Mango

    gli elfi abbandonano Gennaro sul più bello
    Mulligan stavolta per Gennaro che tiene la mano a 6, ma si vede già ‘mutilato’ da un Thoughtseize di primo turno che gli porta via Elvish Archdruid. Nemmeno un Primal Command sembra cambiare la situazione e lo Great Sable Stag tutorato viene scartato subito da un altro Thoughseize del pistoiese. I colpi di scena non finiscono qui: Gennaro ha la mano calda e pesca subito un’altra bestiola bi-protetta, per la somma gioia di Samuele che si vede costretto a cambiare modalità di gioco. Mistblind Clique campiona la Bitterblossom per evitare perdita di troppi punti vita e comincia la damage race tra i due, che si conclude con la topdeckata di una seconda Clique che scende nel Campo di Battaglia e il turno dopo percuote a morte il napoletano.

    Estratti 2-2 Mango

    Il pubblico rumoreggia per la fantastica serie di topdeck dei due...anche se Samuele ha da obiettare sulla questione ‘fortuna’ ricordando il doppio manascrew precedente.

    Nuovo mulligan per Samuele che ha qualcosa da ridire (di nuovo) sul concetto di ‘Fortuna’.

    Al secondo turno, Samuele se ne esce con un sinistro “Non so se fartela vincere o no....vabbé, te la concedo”, mettendo giù Bitterblossom. Puntuale come la cartella delle tasse, lo Great Sable Stag fa la sua insolente entrata in scena per la gioia del toscano che se ne vede recapitare un altro il turno successivo, quando non può fare altro che uccidere un’elfa con Peppersmoke e imprecare sulla sua cattiva sorte. Ma Magic è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti può capitare (cit.)...grande giocata si Samuele che sembrerebbe ritardare solo di un turno l’ineluttabile: in mezzo alla combat phase gioca Mistbind Clique tappando le terre di Gennaro e impedendogli l’evocazione di una terza bestiaccia incounterabile e quando dopo il suo attacco scriteriato (Samuele aveva segnato male i punti vita), Gennaro fa seguire il terzo Great Stable Stag, la strada sembra spianata verso una semifinale easy...ma la ‘scatola’ di Samuele materializza sulla cima del mazzo il ‘cioccolatino’ Cryptic Command: i tre cervidi vengono mestamente tappati ed il turno dopo l’alpha strike delle fatine conferma al Top4 nazionale Samuele Estratti.

    Estratti 3-2 Mango

     

  • Quarterfinals - Alessandro Masi (RB Aggro) - Marco Monetto (3C Faeries)
    by Andrea Vitali
  • Alessandro Masi si è qualificato ai nazionali vincendo la finale del campionato cittadino di Napoli, ed è al suo secondo nazionale. Anche Marco , al suo primo nazionale, proviene da un campionato cittadino, quello di Imperia, dove ha vinto la finale.

    Alessandro Masi da fuoco alle polveri
    Alessandro parte forte con un doppio Tattermunge Maniac, che porta subito Marco a 14. Purtroppo per lui si ferma a due terre, e offre tempo per recuperare all’avversario. Marco ne approfitta per sviluppare il suo mana base “problematico”, e riesce prima ad uccidere i due maniaci grazie a due Mutavault, sapientemente pompati da uno Scion of Oona, e poi passando al contrattacco con le medesime man lands e un altro scion. Alessandro sospira “beato te” ogni qual volta l’avversario cala terra, e alla fine si arrende quando la situazione diventa odiosa e insostenib.ile.

    Masi 0: - nessun cambio
    Monetto 1: - 2 Jace, - 1 Firespout, -1 Broken Ambitions, 1 Doom Blade, 1 Sower of Temptaion; + 3 Fleashfreeze, +2 Peppersmoke, +1 Puppeteer Clique

    Dopo un mulligan a 6, Alessandro parte con doppio Stigma Lasher, mentre un Ball Lightning viene neutralizzato da un Flashfreeze. Marco mette in gioco un Bitterblossom, producendo pedine, ma aiutando anche l’avversario nella sua missione di azzerargli le vite. Ancora uno Stigma Lasher per Alessandro, che non riesce ad attaccare per un Cryptic Command. Poi l’errore di Marco. Alessandro chiede di entrare nella fase di attacco, e Marco decide di giocare nel momento sbagliato un Cryptic Command. Dopo un breve consulto con un judge, che conferma la versione del giocatore di mono rosso, ovvero di essere ancora nella fase principale, parte un bel Ball Lightning, che porta l’avversario a 5, che il turno successivo viene terminato da un Banefire.

    Masi 1: - 4 Stigma Lasher; + 4 Volcanic Fallout
    Monetto 1: -1 Puppeteer Clique; +1 Firespout

    Marco Monetto e le sue fate ignoranti!
    Terra, terra Bitterblossom. La classica apertura da faeries si materializza nel terzo game. Alessandro prova un Ball Lightning, ma questa volta l’elementale viene ucciso da un Doom Blade. Dopo aver risolto un Blightning (che porta via un Bitterblossom e una Crumbling Necropolis), Marco passa al contrattacco con i token prodotti dall’incantesimo tribale, da uno Scioon of Oona, chiudendo la partita con una Mistbind Clique, in pochissimo tempo.

    Masi 1: - 4 Volcanic Fallout; + 4 Stigma Lasher
    Monetto 2: - 1 Firespout; + 1 Peppersmoke

    L’apertura della terza partita non è delle migliori per Alessandro, che al terzo turno prova un Boggart Ram-Gang, che viene neutralizzato da un Broken Ambitions. Arriva poi il solito Bitterblossom e inizia la produzione di token. Masi prova a rientrare in partita con un blightning, che viene neutralizzato da uno Spellslutter Sprite, e con un Ball Lightning, terminato da un Peppersmoke. I soli danni che riesce a infliggere sono quelli di uno Stigma Lasher, per un paio di turni, prima che arrivi a chiudere la partita la solita Mistbind Clique, questa volta con l’aiuto di un Lightning Bolt.

    Alessandro Masi 1 - Marco Monetto 3

     

  • Quarterfinals - Nicola Benigni (Fate) vs. Marcello Calvetto (Cruel Control)
    by Bruno Panara
  • Le fate lasciano Nicola Benigni oltre il Rubicone
    Entrambi i giovani giocatori seduti al tavolo sono al primo top8 ai nazionali, e Nicola Benigni di Arezzo è contentissimo del suo risultato. Marcello Calvetto di Ivrea non è nuovo ai top8: in questa sala a settembre scorso è arrivato nei top4 del GP Rimini. Chi dei farà parte del team italiano ai Mondiali di Roma?

    Nicola sembra molto contento della sua mano che contiene Bitterblossom, Spellstutter Sprite e doppia Mistbind Clique, mentre Marcello tiene con Essence Scatter, Mulldrifter e terre. Inizia il giocatore di fate e ovviamente di secondo entra il temibile incantesimo. Al terzo turno Calvetto evoca il Mulldrifter mentre Benigni parte sull’offensiva con Mutavault e i token Fata. Nel quinto mantenimento di Marcello il suo avversario tenta di giocare la prima Mistbind Clique, ma viene counterata con l’Essence Scatter. I token fata sono ormai quattro e continuano ad attaccare, a fine turno Esper Charm fa pescare Calvetto, e nel suo upkeep una Broken Ambition è sufficiente a counterare la seconda fata 4/4. I token continuano l’assalto, Marcello tenta di arginare l’armata volante con un Plumeveil, ma quando la Vendillion Clique di Nicola gli rimuove Cruel Ultimatum e la pescata rivela una terra deve andare alla seconda partita.

    Nicola Benigni 1 - Marcello Calvetto 0

    Ecco i cambi di side:
    Nicola Benigni -1 Sower of Temptation -2 Agony Warp -3 Peppersmoke +4 Thoughtseize +2 Puppeteer Clique
    Marcello Calvetto -3 Hallowed Burial -1 Agony Warp +4 Great Sable Stag

    Marcello inizia la seconda partita e tiene la sua mano con doppio Mulldrifter e Plumeveil, mentre Nicola mulliga la prima mano che aveva poche terre ma tiene la seconda che contiene due Cryptic Command e un Sower of Temptation. Ottima pescata per Calvetto che di terzo riesce a giocare una delle Great Sable Stag che ha messo dalla sideboard e poi evoca e casta in sequenza i due Mulldrifter dalla sua mano. Benigni pesca una Mistbind Clique e quindi gioca il suo Sower of Temptation anche senza bersagli. Quando prova a giocare la Cricca, Marcello ha il Cryptic Command in versione Dismiss. Messo alle corde dall’alce, Benigni tenta di rallentare il suo avversario tappandogli le creature con un altro Cryptic Command e ad accelerare con uno Scion of Oona, ma Calvetto ha Volcanic Fallout e si va alla terza partita.

    Nicola Benigni 1 - Marcello Calvetto 1

    Ulteriore cambio per Marcello Calvetto: -1 Mulldrifter -1 Agony Warp +2 Runed Halo

    Marcello Calvetto farà parte del Team Italia ai Mondiali di Roma
    Nicola è contento della sua mano con Thoughseize, Spellstutter Sprite, Mistbind Clique e Broken Ambition, mentre Calvetto mulliga a sei. Il Thoughtseize di primo rivela Great Sable Stag, Doomblade e terre, ovviamente la creatura va nel cimitero. Benigni pesca addirittura il Bitterblossom al secondo turno, ma Calvetto risponde con un Esper Charm per distruggerlo. Entra in gioco una Spellstutter Sprite che fa qualche danno, e due Broken Ambitions si scontrano sul secondo thoughtseize che scarta Volcanic Fallout, lasciano Esper Charm e la rimozione nera in mano a Marcello. Tutto in salita per Calvetto che pesca poco di utile mentre il suo avversario costruisce la sua armata con due Mutavault, Scion of Oona e Mistbind Clique. Pochi turni dopo le speranze di Marcello si infrangono contro il Cryptic Command e la Broken Ambitions del suo avversario che counterano tutte le sue magie.

    Nicola Benigni 2 - Marcello Calvetto 1

    La quarta partita inizia bene per Nicola con Thoughtseize per Volcanic Fallout, e subito Bitterblossom. Marcello corre ai ripari con Runed Halo e Plumeveil. Sower of Temptation prende possesso del muro e Scion of Oona lo protegge, ma Calvetto pesca e gioca Great Sable Stag e pensa di fare a gara col Bitterblossom. Arriva anche Volcanic Fallout che lascio il suo controllore decisamente in controllo. Benigni prova a resistere con Cryptic Command per tappare l’alce ma Calvetto ha Broken Ambition e si va all’ultimo match.

    Nicola Benigni 2 - Marcello Calvetto 2

    Fino ad ora chi ha iniziato ha vinto il game, riuscirà Nicola a mantenere il vantaggio, o sarà Marcello a breakkare?
    Ottima la partenza di Benigni con Thoughtseize (bersaglia Fallout), Bitterblossom, Thoughtseize (Esper Charm), ma rimane fermo a tre terre, e deve usare Agony Warp per aiutare un token a uccidere la Plumeveil appena castata dall’avversario. Approfittando del mana tappato, Marcello usa un altro Esper Charm per distruggere Bitterblossom e cercare di entrare in controllo. Benigni inizia a pescare le terre, ma Calvetto ne ha di più e si scambiano counter e spell, alla fine in gioco ci sono solo una Mistbind Clique e un Runed Halo che la nomina. Volcanic Fallout uccide gli ultimi token fata, e la partita si avvia allo stallo. Arriva un Great Sable Stag e Nicola vorrebbe pescare delle carte rianimando il Mulldrifter dal cimitero dell’avversario con Puppeteer Clique, ma Calvetto countera, l’alce porta Benigni a 5 e un Cruel Ultimatum coperto da un altro Cryptic Command qualifica Marcello Calvetto ai Mondiali!

    Nicola Benigni 2 - Marcello Calvetto 3

     

  • Quarterfinals - Luca Ravagli (Cruel Control) vs. Riccardo Neri (UW-r(b) Control)
    by Simone Carboni
  • Un estenuato Luca Ravagli si qualifica ai Mondiali
    Dominatore della svizzera e già sicuro di accedere in top all’undicesimo round con 11 vinte e una sola sconfitta, Luca Ravagli da Pescara con Cruel Control si accinge a giocare i quarti di finale con Riccardo Neri. Riccardo gioca un UW-r control deck di sua invenzione già testato al Gp Barcellona dove Neri è arrivato secondo perdendo la finale da Calafell. Sicuramente non sarà una partita veloce e chi avrà la pazienza e la lucidità maggiore potrà accedere alla sognata semifinale ed entrare a far parte della squadra italiana ai prossimi Worlds di Roma.

    Entrambi i giocatori pensano di stare sotto nel match up... la solita tattica del pianto.
    Novità di quest’anno: i match dei top 8 saranno al meglio delle 5 partite.

    1° Game
    Luca vince il tiro del dado. Mulligan per entrambi a 6 carte. I primi turni della partita vengono utilizzati da entrambi i giocatori per costruire la propria mana base. Luca prende del vantaggio carte grazie a un mulldrifter evocato e monile di esper. Questo vantaggio viene vanificato da alcuni land drop saltati che costringono Ravagli a scartare alcune carte (comunque poco importanti in questo match up). Primi danni al quindicesimo turno con una Pioggia di Lapilli.
    Luca prova a giocare un mulldrifter ma Riccardo lo neutralizza con Ordine Criptico. Al ventesimo turno ancora nessuna creatura è scesa in campo. Luca gioca un’altra Pioggia di lapilli che manda ambo i giocatori a 16 punti vita. Ventiduesimo turno e Riccardo prova a giocare un Angelo Flagellatore, prontamente neutralizzato da un Disperdere l’Essenza. La prima creatura a scendere sul campo di battaglia è una vendillion clique, giocata da Riccardo. La povera fata viene uccisa da un Agony Warp. Stessa sorte tocca a un secondo Angelo Flagelatore ucciso da una Lama del Fato. Un terzo Angelo riesce ad entrare in gioco ed inizia una veloce race. In meno di 3 turni Riccardo è a 26 e Luca a 6, inoltre Neri ha anche Jace dalla sua parte con 5 segnalini (con chiara intenzione del giocatore di uccidere il suo avversario millandolo). A questo punto Ravagli gioca un Bogardan Hellkite ed inizia una guerra di counter vinta da Riccardo. A capovolgere completamente la partita ci pensa un Cruel Ultimatum che getta Neri nella disperazione, azzerando la sua mano, uccidendo il suo angelo e rimpinguando la mano del giocatore di Cruel. L’Hellkite neutralizzato molti turni prima torna a far danni. Neri grazie a una Sepoltura Consacrata e un Jace riporta la situazione in equilibrio. E’ chiaro che la partita non si deciderà grazie ai danni ma vincerà chi riuscirà ad avere una carta in più nel mazzo rispetto all’avversario. Luca riesce a vincere grazie a un paio di clash vinti con broken ambitions e a una Sepoltura Consacrata che gli rimette sotto 2 preziose carte e ad ottenere un sofferto successo.

    Ravagli 1 - Neri 0

    Entrambi i giocatori sperano che l’inserimento della sideboard accorci sensibilmente la durata delle partite.

    Sidebarding:

    2° Game
    Nuovo mulligan simultaneo per entrambi. Neri tiene a 6 e Ravagli scende a 5. Una Vendillion scende in campo ed inizia un rapido beatdown che porta Ravagli a 11 vite. Un’inaspettata Pioggia di Lapilli uccide la Vendillion. Al suo 8° turno una Emorragia di Pensieri esilia due Cruel Ultimatum e dalla mano di Luca che subisce anche 6 danni. Una nuova Vendillion riesce a fare gli ultimi 3 danni e a pareggiare il conto per Neri.

    Ravagli 1 - Neri 1

    3° Game
    Nuovi mulligan per lo sfortunato Neri che tiene a 5 carte con una sola isola. Un Grande Zibellalce entra in gioco e inizia ad attaccare al fianco di Luca. Un firesprut uccide il 3/3 verde e lascia in gioco solitaria una Vendillion che da sola fa 12 danni. Un’Emorragia di Pensieri esilia tutti gli Ordini Criptici di Ravagli, lasciano il giocatore pescarese senza difese contro le magie di Neri. Tuttavia la guerra tra creature e removal viene vinta da Ravagli che riesce a strappare la partita grazie ad una angelo flagellatore.

    Ravagli 2 - Neri 1

    Commento sarcastico di Neri: - Post side si va veloce... e mulligando a 5 si va ancora più veloce!-

    4° Game

    Troppi mulligan per Riccardo Neri
    Primi turni nuovamente dedicati alla costruzione della manabase. I pochi spell giocati dai due giocatori vengono neutralizzati e nessun permanente scende sul campo di battaglia.
    Un hellkite rompe la quiete e manda Riccardo a 15. Il povero drago sopravvive pochissimo e viene rimosso da path to exile. In ausilio di Neri entra un Jace, che inizia a fornire carte preziose al giocatore. Passano molti turni e non accade nulla di significativo sul board. Sembra che anche questo game verrà deciso all’ultima carta. Sperando di svuotare la mano del suo avversario, Ravagli gioca una crisi d’identità che gli si ritorce contro a causa di uno Spostare che in effetti sposta la partita in favore Neri. Luca non ha soluzioni e si vede costretto a concedere.

    Ravagli 2 – Neri 2

    Siamo alla partita finale. I due giocatori si scambiano un “in bocca al lupo”

    5° Game
    Neri mulliga nuovamente 6. Come nei primi 4 games i primi turni di gioco sono piuttosto tranquilli. Una Grande Zibellalce rompe il silenzio ed inizia ad attaccare Neri e il suo Jace. A questo punto i ambo gli sfidanti appaiono visibilmente tirati dalla lunghezza e dalla complessità di questo incontro. Un cruel ultimatum risolto porta in un visibile vantaggio Ravagli. Neri può confidare solo in un Obelisco di Alara. Nel frattempo lo Zibellalce ha continuato a far danni riducendo progressivamente i punti vita di Riccardo fino ad azzerarli.

    Dopo 130 minuti Luca Ravagli vince l’incontro e continua a sognare. Per Neri l’onore delle armi.

     

  • Semifinals - Samuele Estratti (Faeries) - Marco Monetto (3C Faeries)
    by Andrea Vitali
  • Samuele Estratti per il secondo anno top 4
    E’ il suo primo nazionale, ed è già sicuro almeno di far parte della nazionale italiana (almeno come riserva!). Con questa stupenda certezza Marco Monetto si appresta a giocare la sua semifinale contro Samuele Estratti, già top4 nello scorso nazionale. Riuscirà a superarsi e ad accedere alle semifinali? Tra poco lo scopriremo in questo quasi mirror di faeries.

    Niente azione nei primi turni con i due che calano solo terre. Alla fine del quarto turno buon abbocco di Monetto che prova a mettere in gioco uno Scion of Oona. Samuele approfitta del fatto che l’avversario sia tutto tappato e uccide il capo delle fare con un Agony Warp. Marco ringrazia, stappa e lancia Bitterblossom indisturbato. I token piovono copiosi in gioco ma la partita è ben lontana dall’essere finita. Samuele lancia un Puppeteer Clique per tenere a bada le fatine. quando marco prova a rubare la creatura nera con una Sower of Temptation, samuele con il trigger sullo stack, gioca una Mistbind Clique, attaccando poi il turno successivo con questa e 3 Mutavault. Nel processo muoiono le man lands, la sower e tutti i token di Marco. Bisogna ricominciare, ma intanto le vite scendono... Monetto attacca. Estratti blocca con la clique che riceve un fulmine e muore innestando una simpatica reazione. rinasce la Puppeteer Clique, che prende dal cimitero la Sower of Temptation, che ruba un token di Bitterblossom (che al mercato mio padre comprò...). Grazie ad un Cryptic Command la sower torna in mano a Marco, che la usa per rubare la clique nera, che non sa più da quale parte del tavolo stare, ed è confusa (come chi vi sta scrivendo!). Senza più creature dalla sua parta Samuele si deve arrendere, quando il suo ultimo tentativo, un Bitterblossom viene neutralizzato da un Cryptic Command.

    Estratti 0: + 2 Thoughtseize, + 2 Peppersmoke; - 2 Sower, - 1 Agony Warpl, - 1 Puppeteer Clique
    Monetto 1: +4 Anathemancer, +2 Sower of Temptation, + 1 Peppersmoke, + 1 Puppeteer Clique; - 2 Doomblade, - 3 Firespout, - 3 Lightning Bolt

    Non parte bene Estratti nella terza quando si pianta a tre terre. A peggiorare la situazione di screw ci si mette anche il fatto che la sua Scion of Oona viene rubata dalla Sower di Marco, che ha già uno Scion in terra. Dopo aver lanciato un Anathemancer si vive un deja-vu. Marco ruba un altro Scion con un’altra Sower, e quando Samuele prova a fermare il suo tentativo, Marco lo attende con uno Spellslutter Sprite al varco. Samuele “disgustato” concede e si prepara alla terza partita.

    Estratti 0: nessun cambio
    Monetto 2: nessun cambio

    Marco Monetto il signore delle Sower!
    Dopo un doppio mulligan per Marco e uno per Samuele, questi parte con un doppio Thoughtseize, che strappa dalle mani dell’avversario uno Scion of Oona e un Broken Ambitions, annichilendo di fatto la sua scarsa mano iniziale.
    Agli scartanti non segue assolutamente nulla se non il fatto che Marco continua a calare terre e Samuele no. Poi finalmente si ricomincia a giocare a fine turno con un doppio Scion of Oona di Estratti, che costringe l’avversario a sacrificare un Mutavault, per lanciare una Mistbind Clique a frapporsi come blocco. Ma questa volta il tempo è nemico di Marco, perchè anche Samuele ha una clique dalla sua, e attaccando con tutti i suoi effettivi, e mostrando un Cryptic Command consiglia al suo avversario: “ne facciamo un altra?” Marco accetta.

    Estratti 1: nessun cambio
    Monetto 2: nessun cambio

    Bisognava attendere la quarta partita per vedere una apertura da Faeries, quasi ottimale, senza Thoughtseize di primo ma con Bitterblossom di secondo... Ovviamente per entrambi i giocatori!!! Il vantaggio è ovviamente di Marco che però ha iniziato per primo. E che continua a pescare terre, mentre Samuele si ferma a 4. A rompere gli induci è sempre Marco che gioca un Anathemancer (che infligge 2 danni), anche se lo zombie termina ben presto nel cimitero grazie ad un Agony Warp. Seguito a breve da uno Scioon of Oona, terminato da un Doomblade. Un nuovo Anathemancer da 3 danni compare sul tavolo. Nonostante Samuele riesca a fare timewalk grazie ad una Mistbind Clique, i danni prodotti dai token di Bitterblossom, e dai Anathemancer risultano essere decisivi. Specialmente quando l’ MVP della partita, l’Anathemancer (e chi altri), morto ad inizio partita, viene tirato fuori di unheart dal cimitero, assegnando gli ultimi 5 danni e consegnando l’accesso alle finali a marco e al suo mazzo veramente originale.

    Samuele Estratti 1 - Marco Monetto 3

     

  • Semifinals - Luca Ravagli (Cruel Control) vs. Marcello Calvetto (Cruel Control)
    by Bruno Panara
  • Assicurato il posto nella squadra nazionale, si affrontano in semifinale Luca Ravagli di Pescara e Marcello Calvetto di Ivrea. Calvetto era qualificato per Pro Tour Points, e grazie a questa prestazione diventa Livello 3 del Pro Players Club, e potrà usare il suo invito per giocare il Pro Tour: Austin in Ottobre. Luca Ravagli si è qualificato per rating, ed è reduce dai quarti di finale contro Riccardo neri che sono durati più di due ore.

    Luca Ravagli non conosce le sue carte!
    Marcello tiene una mano con cinque terre Hallowed Burial e Broken Ambitions, e il suo avversario una con tre terre Plumeveil, Mulldrifter, Esper Charm e Agony Warp. Il Mulldrifter evocato di Ravagli viene neutralizzato dalla Broken Ambitions, che rivela un Cryptic Command in cima al mazzo di Calvetto. Entrambi i giocatori si fermano a sei terre e si counterano i pescanti a vicenda e scartando i Volcanic Fallout e le Hallowed Burial in eccesso. Il primo a muoversi è Luca, che prova a giocare Baneslayer Angel con quattro mana open, Marcello lo elimina con Doomblade e gioca un Esper Charm per pescare a fine turno. Prova pure Mulldrifter nel suo turno, che passa ma viene ucciso da Agony Warp. I giocatori stanno facendo a gara a chi gioca più terre, risorsa chiave di questo matchup, tanto è vero che accanto alle vite, Luca Ravagli si segna quante terre ci sono in gioco oltre che alle vite. Dopo diversi turni Luca prova Bgardan Hellkite a fine turno, Marcello tenta di neutralizzare con un Cryptic Command, ma per farlo deve pagare 5 per una Broken Ambitions. Lo fa e si lascia scoperto per un Cruel Ultimatum il turno seguente, counter per Marcello, counter per Luca e l’Ultimatum si risolve, riprendendo l’Hellkite. Passa il turno e l’Ultimatum lo fa Marcello, counter per Ravagli, counter per Marcello, e ritorna in mano Plumeveil. Tanto per non smentirsi, Luca fa un altro Ultimatum ancora, ma i counter ora sono finiti, quindi può prendersi Baneslayer Angel dal cimitero e calare Broodmate Dragon. Come se non fosse un copione già scritto, anche Marcello fa il suo secondo Ultimatum e trova l’ultimo Esper Charm per svuotare la mano di Luca. Adesso si contano le carte del mazzo e Calvetto ne ha una in più. Al turno decisivo, Luca ha una carta nel mazzo, Marcello tre, ma nel suo turno Luca gioca una magia e la neutralizza con una Broken Ambition, sapendo che l’ultima carta del suo mazzo è un Cruel Ultimatum. Marcello concede perchè non può vincere il clash e si vede già senza carte nel mazzo. Nessuno dei due giocatori si è accorto che quello che avrebbe dovuto macinare sarebbe stato Ravagli, non Calvetto!!!

    Luca Ravagli 1 - Marcello Calvetto 0

    Il taccuino di Luca Ravagli
    Questi i cambi di side:
    Marcello Calvetto +1 Liliana Vess +4 Great Sable Stag +3 Runed Halo +2 Puppeteer Clique +2 Identity Crisis -3 Plumeveil -3 Hallowed Burial -2 Agony Warp -4 Volcanic Fallout
    Luca Ravagli: +2 Banefire +2 Identity Crisis +2 Runed Halo +1 Path to Exile +1 Liliana Vess +1 Essence Scatter -4 Volcanic Fallout -2 Agony Warp -3 Plumeveil

    Luca mulliga una mano con una sola terra, ma le sei con Cruel Ultimatum, Hallowed Burial e quattro terre gli vanno benissimo. Marcello invece tiene sette carte con Broodmate Dragon, Esper Charm, Doomblade, Cryptic Command e tre terre, pesca un paio di Great Sable Stag e decide di giocare aggressivamente. Ravagli lo punisce con Identity Crisis e poi Hallowed Burial, lasciando Marcello praticamente in mutande. Qualche turno dopo, vedendosi sovrastato dal vantaggio carte generato nei turni precedenti, Calvetto concede e si prepara per la terza.

    Luca Ravagli 2 - Marcello Calvetto 0

    Luca Ravagli aggiusta la sideata: +2 Great Sable Stag -1 Essence Scatter -1 Doomblade

    Con due partite di vantaggio, Ravagli si vede costretto a mulligare una mano troppo lenta, tenendo invece le sei carte (4 terre, Mulldrifter e Banefire). Calvetto ancora una volta tiene sette carte, 3 Runed Halo e 4 terre. Solo terre per i primi turni. I giocatori si scambiano pescate di Esper Charm ed entrambi giocano Runed Halo su Identity Crisis, poi Marcello ne fa altri due su Bogardan Hellkite e Banefire. Inizia la rimonta di Calvetto con un Great Sable Stag, ma il suo socio Puppeteer Clique viene neutralizzata da Cryptic Command. Ravagli prova Liliana Vess, e dopo una battaglia di counter passa, lasciando a Marcello l’apertura che gli serviva: un’altra Puppeteer Clique prende Bogardan Hellkite, e dopo l’attacco Luca era abbastanza basso da morire dal Cruel Ultimatum di Marcello

    Luca Ravagli 2 - Marcello Calvetto 1

    Calvetto cambia +1 Hallowed Burial -1 Doomblade

    Marcello Calvetto non sa cosa fanno le carte!
    Calvetto non perde tempo nella quarta partita e incalza immediatamente l’avversario con un Great Sable Stag. Alla ricerca di soluzione Ravagli “cicla” un Mulldrifter, imitato subito dopo da Marcello. Approfittanto dell’avversario tapped out, Luca cala un doppio runed Halo, uno sull’alce e uno su Identity Crisis. Evidentemente la mossa dell’halo su crisis è piaciuta molto a Marcello che lo imita. E’ tempo ancora di evocare Mulldrifter. Il primo tentativo di Luca fallisce per un Essence Scatter, mentre il secondo riesce, e la mano del giocatore abruzzese si riempie di nuovo. Terre, terre e ancora terre il cui numero aumenta sul taccuino di Ravagli, finchè Calvetto prova a giocare un altro incantesimo, ma Ravagli usa un Comando per neutralizzarlo e rimbalzare uno dei suoi, quello su Stag, che poi rigiocherà come doppione sempre su Identity Crisis. Una Hallowed Burial non passa, e l’Alce sta uccidendo Ravagli, che arriva a undici mana e spara una delle sue due Banefire in mano a Marcello, sperando di ucciderlo il turno dopo. La mossa si è rivelata sbagliata, Calvetto ha due Cryptic Command per rimbalzare i Runed Halo e poi gioca l’Identity Crisis. Due turni e Ravagli concede. Si va al match decisivo.

    Luca Ravagli 2 - Marcello Calvetto 2

    Marcello rischia e tiene on the draw una mana con solo due terre, ma Mulldrifter, tre Cryptic Command e Cruel Ultimatum. Luca mulliga ancora e tiene Hallowed Burial, Great Sable Stag e due Esper Charm. La scommessa di Calvetto regge, pesca la terza terra e si rimette in pari con le terre, pure il suo avversario non si ferma a due e fa in turni successivi Esper Charm e Great Sable Stag. Un Cryptic Command su una terra dell’avversario da un turno di vantaggio a Ravagli che continua ad infierire con la rara verde di M10. Marcello gioca Liliana Vess, che risolve, e si va a cercare una soluzione da mettere in cima al mazzo: Runed Halo, ma non serve. L’attacco di Stag porta Calvetto sufficientemente in basso per poterlo uccidere con Cruel Ultimatum.

    Luca Ravagli 3 - Marcello Calvetto 2

     

  • 3/4 playoff – Samuele Estratti (Faeries) vs. Marcello Calvetto (Cruel Control)
    by Andrea “Pk” Panebianco
  • Marcello Calvetto si diverte nonostante il risultato
    Mulligan per Calvetto dopo che vince il tiro del dado, tenendo poi la mano a 6. Subito Bitterblossom dalla parte del tavolo di Estratti a cui Marcello risponde con un’evocare di Mulldrifter che gli fornisce l’Esper Charm per distruggere il pericoloso incantesimo delle fatine. Il successivo thoughtseize di Samuele si porta via un deleterio Volcanic Fallout, ma nella mano di Marcello ce n’è un secondo, condito da Plumeveil, Cruel Ultimatum e Broodmate Dragon. C’è un secondo Bitterblossom però, che mette la partita sulla strada che poi la porterà ad una rapida conclusione: a colpi di un danno a turno, prima che il Plumeveil possa scendere, Marcello si vede costretto dal manascrew a subire senza reagire, a nulla serve il Fallout residuo perché è troppo basso di vite, e la partita finisce in pochissimo tempo.

    Estratti 1-0 Calvetto

    Suona il telefono di Samuele “Come va? Beh, ho vinto la prima perché Marcello è spentissimo”....

    A parte un Thoughtseize di Samuele, la partita procede con un serrato draw-go da parte di entrambi, si vede solo uno Scion of Oona che è stato subito abbattuto da Doom Blade, finché poi un secondo Scion scende sul terreno. Dopo svariati altri turni di draw-go, è il turno di un Bitterblossom che risponde al Great Stable Stag di Marcello, il quale poi comincia la sua offensiva. Samuele blocca con Mutavault, forte del Servitore che la potenzia, però quest’ultimo viene bouncerato da Cryptic Command e poi fermato alla nuova evocazione da Essence Scatter, portando alla morte la terra animabile e sgombrando la strada al fastidioso cervide protetto dal mazzo fate, che in altri due turni, coadiuvato da un Volcanic Fallout che spazza via tutti gli attaccanti di Samuele, costringe il pistoiese alla resa.

    Estratti 1-1 Calvetto

    Samuele Estratti è sul podio
    Stavolta è il turno di Marcello telefonare e raccontare come ha perso in semifinale a qualcuno, almeno finché l’head judge non gli consiglia di mettere giù molto poco amichevolmente. Il clima è comunque molto scherzoso e disteso...

    Mulligan per Samuele che però parte giulivo e garrulo con Bitterblossom e Scion of Oona, e con un successivo Thoughtseize mette Marcello in condizioni di non nuocere. Il torinese si blocca con le terre e non riesce a venire a capo del match, e le ferocissime fatine di Samuele chiudono la pratica in pochissimo tempo.

    Estratti 2-1 Calvetto

    Nuovo mulligan per Samuele, anche se quello che ha più da recriminare al momento probabilmente è il torinese. Un Thoughtseize del suo avversario si porta via un Cryptic Command, ed il successivo Bitterblossom fa ombrare tantissimo Marcello, che si vede sottratto il Cruel Ultimatum da un nuovo scartone nero. Stavolta è il manaflood a metterci una pezza, e se il Broken Ambitions che countera il terzo thoughseize rivela un Esper Charm, è una Mistbind Clique che si materializza sulla cima del mazzo di Samuele, col pubblico in preda all’ilarità per le goliardate dei due giocatori. La Clique viene fermata da Cryptic Command, ma quattro terre di fila per il torinese mettono la parola fine al match, e Samuele Estratti diventa il terzo componente del team italiano al mondiale romano del prossimo novembre.

    Estratti 3-1 Calvetto

     

  • Final (English) - Luca Ravagli (Cruel Control) vs. Marco Monetto (3-Color Faeries)
    by Bruno Panara
  • The final of this year’s Italian National Championship is a clash between two young players at their first important result. Luca Ravagli has already showed his prowess in the format, qualifying for Pro Tour Austin after his Top16 performace in GP Barcelona earlier this Summer and comes to the battle with Cruel Control. Marco Monetto has qualified for nationals through regionals and is playing the 3-color Faeries deck that has been so popular in this tournament.

    Luca Ravagli, Italian National Champion 2009
    Both players started the final with a mulligan to six cards, and while Marco was very satisfied with his hand (Bitterblossom, Spellstutter Sprite and Broken Ambitions plus three lands), Luca wasn’t as happy but decided to stick with Baneslayer Angel and Volcanic Fallout. The faeries player is on the play and the second turn play is obvious. Not much else happens for quite a few turns: damage from Bitterblossom, draw, attack with token, land, go; draw, land go. A Scion of Oona tries to speed up the race but the plan is foiled by a Volcanic Fallout. Another copy of the uncounterable Pyroclasm shows up a few turns later and clears the way for Ravagli’s Angel. Getting through is complicated though, with Faerie tokens blocking every turn, but not necessary. Bitterblossom has done its fair share of damage, and when Monetto’s life total hits 5, an end of turn Bogardan Hellkite with counter backup seals the deal.

    Luca Ravagli 1 - Marco Monetto 0

    Monetto boards: + 4 Anathemancer, + 1 Puppeteer Clique; - 3 Firespout, - 1 Lightning Bolt, - 1 Sower of temptation
    Ravagli boards: +4 Great Sable Stag +2 Banefire +1 Path to Exile -3 Mulldrifter -3 Hallowed Burial -1 Cruel Ultimatum

    Again both players take a detour to Paris and they both keep three land hands. Ravagli draws into a turn three Great Sable Stag and his opponent answers with a Bitterblossom. Four damage a turn is a lot though, especially as Marco is stuck on three lands. Four attacks and a Banefire later we’re onto Game 3.

    Luca Ravagli 2 - Marco Monetto 0

    The runner-up Marco Monetto mulliganed too much to stand a chance
    Small sideboarding changes after game 1:
    Monetto: + 2 Firespout; - 1 Puppeteer Clique, - 1 Doom Blade
    Ravagli: + 1 Essence Scatter; - 1 Esper Charm

    The third game is equally unexciting, Monetto mulligans to four, starts with turn two Bitterblossom (again!). Ravagli only plays lands, and after the sixth token he Volcanic Fallouts his opponent’s army and wins in two turns with two six point Banefires!

    Luca Ravagli 3 - Marco Monetto 0

    Congratulations to Luca Ravagli, 2009 Italian National Champion

     

  • Finale - Marco Monetto (5C Faeries) - Luca Ravagli (Cruel Control)
    by Andrea Vitali
  • Dopo due giorni gioco, dopo 16 match, siamo arrivati all’ultima fatica. Marco Monetto di Imperia, al suo primo nazionale potrebbe coronare il sogno di
    diventare campione nazionale. Contro di lui Luca Ravagli di Pescara, che alla seconda presenza al nazionale vuole portare il titolo in Abruzzo.

    Marco Monetto, speriamo che ai mondiali sia più fortunato!
    Entrambi i giocatori prendono un mulligan. buone le 6 per Marco che apre da faeries, mettendo Bitterblossom giù di seconda ed inizia ad attaccare coi token. Luca si limita ad evocare due Mulldrifter per due turni consecutivi, il primo con successo, il secondo neutralizzato da uno Spellslutter Sprite. Dopo qualche danno subito Luca si scoccia di subire e resetta il board con un Volcanic Fallout. Stessa sorte il turno successivo per un Mutavault, ucciso dall’istant incounterabile. Quando Luca prova a porre a sua difesa un Plumveil, il muro viene terminato da un Doom Blade. Il suo Baneslayer Angel però rimane in gioco, nonostante il Cryptic Command di Marco, neutralizzato grazie ad un Broken Ambitions. La comparsa dell’angelo eccita Luca, che inquietantemente inizia a ruggire, causando le risa del pubblico, e degli addetti ai lavori e dell’avversario, che si stropiccia gli occhiali. Nonostante il lifelink Luca deve faticare per tenersi in vita perchè il numero delle fatine che lo attaccano rimane costante, mentre i suoi life point, seppur di poco scendono costantemente. Sul 5 pari con Marco tutto tappato per una precedente Counter war di Cryptic Command, Luca risolve un Bogardan Hellkite, che gli consegna la prima partita.

    Monetto 0: + 4 Anathemancer, + 1 Puppeteer Clique; - 3 Firespout, - 1 Lightning Bolt, - 1 Sower of Temptation
    Ravagli 1: +4 Great Sable Stag, +2 Banefire +1 Path of Exile; -3 Mulldrifter, -3 Hallowed Burial, -1 Cruel Ultimatum

    Sfortunato Marco in partenza della seconda partita quando deve mulliganare ben 2 volte. Luca risolve un Great Sable Stag, e quando Marco cala Bitterblossom esclama: “Così muori prima!”. In un game che sembra non avere storia, le note divertenti sono i versi che accompagnano l’alce durante le fasi di attacco: a volte ruggisce, a volte miagola, a volte emette suoni robotici o di astronavi in decollo. Di certo c’è che per Luca stanno preparando, dopo la cerimonia di premiazione, una bella camicia bianca, che si allaccia davanti stretta stretta e con le maniche di dietro! Quando Marco si tappa per lanciare un Anathemancer, Luca mostra un Banefire chiedendo: “ facciamo la prossima?”. Ovviamente l’avversario non può fare altro che ammucchiare le carte per passare alla prossima.

    Luca Ravagli che ringrazia sentitamente Ciro!
    Monetto 0: + 2 Firespout; - 1 Puppeteer Clique, - 1 Doom Blade
    Ravagli 2: + 1 Essence Scatter; - 1 Esper Charm

    Dopo un triplo mulligan (4 carte) Marco riesce a fare l’apertura da faeries mettendo Bitterblossom di seconda. Luca non fa assolutamente nulla e continua a prendere danni dei token prodotto dall’incantesimo fino a quando non trova un Volcanic Fallout, fermando l’emorragia delle vite a 8.
    Luca prova a vincere la partita con un Banefire da 7, mandando Marco a 5 (danni subiti esclusivamente a causa di Bitterblossom). Monetto cerca disperatamente una soluzione per vincere la race di danni. Spara un fulmine a fine turno, e mette in gioco Spellslutter Sprite. Purtroppo per lui sulla libreria non si presenta nessuna soluzione per vincere nel turno e quando passa a Luca basta lanciare un secondo Banefire, diventando il campione italiano 2009. Compliementi comunque ad entrambi per lo spettacolo offerto!

    Marco Monetto 0 - Luca Ravagli 3

    • Planeswalker Points
    • Facebook Twitter
    • Gatherer: The Magic Card Database
    • Forums: Connect with the Magic Community
    • Magic Locator