Europei 2002

  • Print
Author Image

Un cordiale buonasera a tutti da quel di Amsterdam, sede dei Campionati Europei 2002 di Magic: si è appena conclusa la seconda giornata che ha visto il nostro Paolo Lombardi accedere ai Top8. Paolo, originario di Genova, ha 16 anni, gioca dal 1996, quando uscirono le Era Glaciale in Italiano, ma per sua stessa ammissione sono "solo" 3 anni che gioca ad alto livello. La sua dedizione e il supporto di un team di buon livello, lo hanno portato a questo Top 8, dopo il brillante piazzamento dei campionati nazionali che lo ha visto classificarsi al 5° posto. Nel suo curriculum figurano anche un 9° posto ai Nazionali dello scorso anno, un 31° posto al Grand Prix-Napoli e la sfortunata partecipazione al Pro Tour-New Orleans.

Paolo, che preferisce i mazzi aggro-controllo, ha pilotato ("in modo aggressivo, dato che mi aspettavo un field a sua volta particolarmente aggressivo") un mazzo "Trenches" nella seconda giornata, col quale ha brillantemente difeso la posizione conquistata grazie all'ottimo 6-1 conseguito nella giornata inaugurale di draft. "Questo formato e la sua dipendenza dal Card advantage mi piace parecchio" ha detto Paolo, aggiungendo "Specie le nuove meccaniche di Soglia e Follia".

Paolo, che da questi Europei per sua stessa ammissione, si aspettava al massimo un Top 32, ha anche dichiarato che "con i soldi del premio ci andro' a Sydney", per i Mondiali che si è conquistato con merito dopo l'amaro epilogo dei nazionali di quest'anno.

Per quanto riguarda il resto della "pattuglia" italiana in Amsterdam ottimo anche il risultato per Dario Minieri, giunto 23°, dopo che un iniziale 0-3 nel primo giorno sembrava avergli tarpato le ali, e riuscendo a vincere nell'ultimo turno con una superba giocata in un mirror match grazie alla sua "Selezione Innaturale" che gli ha permesso di levare due blocchi all'avversario e a colpirlo a morte quando questi aveva tappato tutto il suo mana; a soldi va pure Andrea Santin, capace di condurre in porto un formidabile 5-0 nella porzione standard, che lo metteva in odore di Top8. Chiuderà 29°, dopo aver perso la sua penultima partita per sfortuna e l'ultima in maniera rocambolesca con l'ucraino Kolomeyko e le sue "Certezza o Finzione" da leggenda...

Un po' dispersi, se vogliamo, gli altri italiani: Marco Benifei è 48°, Luca Chiera 64°, Stefano Fiore (dopo una buona prima giornata) 68°. Ancora più giù altri "mostri sacri" del Magic nostrano (Vergendo, Paselli, Di Tomaso, Lo Moro), vittime della sfortuna, ma anche in ottima compagnia, dato che prestazioni non all'altezza sono state anche quelle del Campione Europeo in carica Nitter (98°), del Campione del mondo Van de Logt (addirittura 157°), e persino, volendo considerarlo un fallimento (dati i suoi innumerevoli titoli), del "Juggernaut" Kai Budde, classificatosi "solo" 22°. L'ultimo componente del team italiano a Sydney, il romano Simone Rossi, ha invece droppato dopo pochi turni, completamente annichilito dalla sfortuna.

Con Paolo Lombardi l'Italia ha un'altra occasione per vincere il suo primo titolo "magichistico", domani sapremo se ce la farà a sconfiggere i colossi del Nord Europa: in bocca al lupo!

  • Planeswalker Points
  • Facebook Twitter
  • Gatherer: The Magic Card Database
  • Forums: Connect with the Magic Community
  • Magic Locator