Day 1 Blog Archive

  • Print

TABLE OF CONTENTS


  • Blog - 7:35 p.m. - Statistiche: Region Breakdown
    by Matteo Negrini
  • Blog - 7:16 p.m. - Round 6: Nicola Albarelli vs. Alessio Angeli
    by Matteo Negrini
  • Blog - 6:51 p.m. - Round 6: Andrea Paselli vs. Saverio Magri
    by Andrea 'Vitello' Vitali
  • Blog - 6:22 p.m. - Round 5: Andrea Santin vs. Rocco Palumbo
    by Matteo Negrini
  • Blog - 5:44 p.m. - Round 5: Federico Dato vs. Raffaele Lo Moro
    by Andrea 'Vitello' Vitali
  • Blog - 4:58 p.m. - Round 4: Bruno Panara vs. Emanuele Canavesi
    by Matteo Negrini
  • Blog - 4:19 p.m. - Round 4: Luca Chiera vs. Tommaso Natale
    by Andrea 'Vitello' Vitali
  • Blog - 3:04 p.m. - Round 3: Stefano Fiori vs. Mario Pascoli
    by Andrea 'Vitello' Vitali
  • Blog - 2:41 p.m. - Round 3: Marco Benifei vs. Alessandro Vegna
    by Matteo Negrini
  • Blog - 1:52 p.m. - Round 2: Stefano Fiori vs. Alessandro Selvaggi
    by Matteo Negrini
  • Blog - 1:35 p.m. - Round 2: Matteo Bianchi vs. Tommaso Natale
    by Andrea 'Vitello' Vitali
  • Blog - 12:24 p.m. - Meatgrinder Blocco
    by Sergio 'online' Nuzzo
  • Blog - 11:40 a.m. - Meatgrinder Sealed Deck
    by Andrea 'Vitello' Vitali
  • Blog - 10:33 a.m. - 100 Città
    by Andrea 'Vitello' Vitali

  • BLOG

     
  • Saturday, July 29: 10:33 a.m. - 100 Città


  • Una delle ultime occasioni per qualificarsi ai Campionati Nazionali di Magic: The Gathering 2006 è rappresentata dal torneo Cento Città, al quale accedono di diritto i primi giocatori non classificati alla manifestazione iridata tramite Campionato Cittadino.

    72 giocatori si sono sfidati in un torneo ad eliminazione diretta, solo 8 si sono guadagnati sul campo il diritto a competere per il titolo di Campione Italiano.



    Davide Cupioli - Ghost Dad
    Italy Nationals 06 LCQ




    Stefano Ossino - Heezy
    Italy Nationals 06 LCQ





    Di seguito i vincitori coi relativi mazzi:

    In bocca allo Shivan per domani ragazzi!


     
  • Saturday, July 29: 11:40 a.m. - Meatgrinder Sealed Deck


  • A sorpresa il Meatgrinder, invece di qualificare soltanto una persona al Nazionale, garantisce l'accesso ad entrambi i finalisti dell'estenuante Eliminazione Diretta.

    Questi i nomi e le liste dei qualificati grazie al Meatgrinder in formato Sealed Deck:

    Stefano Rampini

    Main Deck

    39 cards

    Azorius Chancery
    Forest
    Island
    Mountain
    Plains
    Selesnya Sanctuary
    Swamp

    16 lands

    1ndrik Stomphowler
    Aquastrand Spider
    Auratouched Mage
    Civic Wayfinder
    Conclave Equenaut
    Dimir Houseguard
    Freewind Equenaut
    Ghor-Clan Savage
    Golgari Rot Wurm
    Guardian of the Guildpact
    Loxodon Hierarc
    Screeching Griffin
    Selesnya Evangel
    Shambling Shell
    Stinkweed Imp

    15 creatures

    Brainspoil
    Disembowel
    Fist of Ironwood
    Galvanic Arc
    Moldervine Cloack
    Seal of Doom
    Spectral Searchlight
    Vigor Mortis

    8 other spells

    Sideboard
    Absolver Thrull
    Bloodscale Prowler
    Burning-Tree Bloodscale
    Conclave's Blessing
    Crystal Seer
    Dogpile
    Dragonleaf Roast
    Drake Familiar
    Enigma Eidolon
    Error // Trial
    Eye of Nowhere
    Flash Conscription
    Flight of Fancy
    Goblin Spelunker
    Golgari Germination
    Hypervolt Grasp
    Izzet Chronarch
    Leashling
    Mindmoil
    Necromancer's Magemark
    Necromantic Thirst
    Niv-Mizzet, the Firemind
    Orzhov Euthanatist
    Overrule
    Quickchange
    Rakdos Carnarium
    Sabertooth Alley Cat
    Simic Initiate
    Skarrg, Pit of Rage
    Smash
    Snapping Drake
    Sparkmage Apprentice
    Spawnbroker
    Starving Rusalka
    Stone-Seed Hierophant
    Sundering Vitae
    Sunhome Enforcer
    Surge of Zeal
    Train of Thought
    Vedalken Entrancer
    Viashino Slasher
    Vinelasher Kudzu
    Whiptail Moloc
    Wojek's Siren
    Woodwraith Strangler
    Zephyr Spirit

    46 sideboard cards



    Matteo Tassinari



     
  • Saturday, July 29: 12:24 p.m. - Meatgrinder Blocco


  • Dei 155 giocatori partecipanti, Patrizio Golia e Davide De Franco sono i vincitori del Meatgrinder Blocco.

    Qualificatisi in extremis alle ore 23:00, ecco i mazzi coi quali hanno vinto:


    Davide De Franco



     
  • Saturday, July 29: 1:35 p.m. - Round 2: Matteo Bianchi vs. Tommaso Natale


  • "Questo è il feature match dei dinosauri". Così il Campione Italiano del 1998, il romano Tommaso Natale commenta questo incontro che vede opposte due vecchie glorie del gioco organizzato italiano. Il suo avversario è Matteo Bianchi di Massa, regolare pro player negli anni passati e top 8 ai nazionali del 2000.

    Il match vede opposti il Critical Plax (il blu verde che sfrutta la meccanica del Graft) del romano allo Zoo del giocatore toscano.

    Tommaso (Tommy per gli amici) vince il lancio di dado e decide di iniziare, ma mulliga la mano iniziale. Un Savannah Lions fa la comparsa sul terreno dalla parte di Matteo, e Tommy risponde con un Vinelasher Kudzu, che viene rimosso immediatamente da un Seal of Fire.

    Natale salta il land drop del terzo turno e oltre al leone ora deve affrontare anche un Scab-Clan Mauler con Blooodthirst. Grazie ad un Wood Elves Natale recupera il turno perso senza landa e si prepara a chumpbloccare le crerature dell'avversario. Inutilmente, perché l'elfo viene abbattuto da un Volcanic Hammer di Matteo che attacca e aggiunge un altro mostriciattolo 3/3 assetato di sangue. Sul risultato di 10 punti vita a 13 in favore di Bianchi (causato non dalle creature ma dalle 4 painland che ha usato per lanciare le sue creature), il romano si prende un lungo periodo di pausa per pensare a come sopravvivere e opta per un Plaxcaster Frogling equippandolo con Umezawa's Jitte. Di nuovo niente da fare. Un Lightning Helix rimuove la rana aprendo una autostrada per il toscano che porta a casa il primo game.

    Il secondo game inizia dopo pochi minuti di cambi di side. Natale gioca un Llanowar Elves e Matteo un Isamaru, Hound of Konda. Uno Spell Snare del Romano annulla un Watchwolf dell'avversario, che ora si trova a dover affrontare oltre all'elfetto un Cytoplast Root-Kyn. Anzi 2 due. Troppo divario tra i due mostroni verdi e i due cagnolini di Matteo, che comunque cerca di ristabilire un equilibrio.

    Prima con una giocata che contraddistingue i giocatori di una certa categoria: all'attacco dei due citoplastoni decide prima dei blocchi di sparare un Lightning Helix, che viene annullato da un altro Spell Snare, evitando così di perdere inutilmente la creatura nel blocco ( Tommy commenta così la giocata "Sti caXXo di dinosauri sanno proprio giocare"); Poi bloccando con un Faith's Fetters un Cytoplast Root- Kin. Ma Natale vuole assolutamente conquistare il punto del pareggio e quando cala un Kodama of the North Tree, donandogli due counterini +1 +1 di Graft, pone una seria ipoteca sul match. Nonostante un secondo fetters sull'ex 4/4, l'alberone a cui si aggiunge un gioioso Meloku, the Clouded Mirror, regala il punto del pareggio a Tommy.

    Pronti, via per il terzo game. Matteo, dopo aver mulliganato a 6, apre le ostilità con un Savannah Lions, fronteggiato immediatamente da un Llanowar Elves.

    Dal pubblico Mario Pascoli fa notare ai due che il gioco si è evoluto e che nel frattempo sono state stampate carte più nuove dei due mostriciattoli presenti dal set Alfa.

    Alla successiva fase di attacco le due creature "veterane", offese dall'affronto verbale di Marione, danzano assieme verso il cimitero. Purtroppo per lo spettacolo Matteo è in mana screw, e la sua situazione viene aggravata da un Ghost Quarter, che priva per due turni il toscano delle terre. Natale ne approfitta per calare un Cytoplast Root-Kin e quando la terra giunge, una Sacred Foundry, è oramai troppo tardi per riequilibrare la situazione. Tommy a cavallo dei suoi mostroni componibili vince la partita e si porta sul 2 a 0.

    Tommaso Natale 2 - Matteo Bianchi 1


     
  • Saturday, July 29: 1:52 p.m. - Round 2: Stefano Fiori vs. Alessandro Selvaggi


  • Feature match interessante: da una parte Stefano Fiori, uno dei 3 italiani che riuscirono a conquistare i top 8 al Pro Tour Kobe del 2004.
    Dall'altra Alessandro Selvaggi, top 8 ai Campionati Italiani dello scorso anno.
    Fiori gioca UG combo mentre Selvaggi propone un UBW Control.
    Parte Selvaggi.
    Inizio con batture da ambo le parti, atmosfera rilassata.
    Fiori parte con Anziano che sacrifica, Selvaggi con Discendente di Kyomaro, Fiori gioca secondo Anziano che immola in blocco e sacrifica prima dei danni.
    Fiori gioca Cappa e passa.
    Brutta situazione in campo per Fiori che ha troppo mana (88-5 le terre, ma Fiori ha altre 2 terre posteggiate in cima al mazzo), in campo solo Cappa del Sensei da una parta e Discendente dall'altra.
    Si succedono i turni con beat-down di selvaggi col solitario Discendente mentre Fiori continua a floodare.
    Finalmente Fiori riesce a vedere uno shuffle-spell, Confini del Kodama, e prova a proporlo, ma intelligentemente Selvaggi intuisce che Fiori ha il Nulla (poco Scintillante) in cima al mazzo e gioca doppio Mana Leak.
    Finalmente Fiori riesce a levarsi di torno il Discendente con boomerang coperto da Remand.
    A questo punto Fiori prova a rifarsi almeno la mano (se non addirittura partire con la combo) giocando Raccolta di Primizie seguito da un Train of Tought replicato ben 5 volte.
    La combo non parte e Fiori passa.
    Comunque, più 6 carte per Fiori e situazione rimessa in carreggiata (7-6 per Fiori le carte in mano, 11-8 il mana in tavola).
    Selvaggi ripropone il Discendente che passa e riprende il beat-down, Fiori gioca Cappa e un altro Anziano.
    Al giro successivo Fiori gioca Hearthbreath of the Springs, Selvaggi (7 carte in mano), fa passare.
    Fiori gioca Raccolta di Primizia (49 mana in pool).
    A questo punto Fiori gioca invocare il Mentefiamma, guerra di counter e la spunta selvaggi 2-3.
    Ma Selvaggi è tapped out, Fiori ha ancora parecchi mana in pool, quindi gioca Maga, Traitor of Mortale da 15 e poi passa.
    Ma Selvaggi ha rimbalzo in mano e quando Fiori con un'altra Raccolta di Primizie prova a riproporre la minaccia (ed è la sua ultima cartuccia), Selvaggi ha un altro Hinder in mano e Fiori, che non ha praticamente più modi per chiudere, concede.
    Fiori-selvaggi 0-1

    Side di Fiori: 3 Spell Snare, 2 Delitto/Castigo e 2 Gigadrowse.
    Side di Selvaggi: 3 Swift Silence, 3 Condannare, 2 Rewind e 1 Discendente di Kyomaro (out Ire di Dio, Keiga e un'altra carta a caso).

    Parte Fiori.
    Mulligan per lui.
    Fasi iniziale nel più classico stile terra-passo.
    Emozionante.
    Finalmente al 5° turno Fiori propone un Anziano, che passa.
    Alla fine del turno di Selvaggi l'Anziano lascia per una terra.
    Nel proprio tunro Fiori trasmuta per un Train of Toughts.
    Al turno dopo Fiori gioca un Kodama's Reach che passa.
    Selvaggi si limita a calare terre ed osservare.
    Nel proprio turno selvaggi gioca una Compulsiva alla disperata ricerca dello Swift Silente che gli manca per neutralizzare le possibili minacce peggiori di Fiori: Train of Toughts e Gigadrowse.
    Non trova nulla.
    Fiori fa un altro giro per sistemarsi ulteriormente la mano giocando Recollect su Rimescolare il Miscuglio.
    Perso per perso e per non scartare, Selvaggi gioca Discendente di Kyiomaro.
    Nel proprio turno Fiori prende 9 mana e gioca Raccolta di Primizie.
    Poi gioca train of Toughts da 4 (8 carte in mano), quindi gioca Kodama's Reach, prende foresta ed isola, cala la terra e prima che vada in discard Selvaggi attiva Mikokoro.
    Selvaggi attacca, riflettendo ad alta voce sui possibili cambi di side di Fiori, ha un'intuizione ed usa Ghost quarter sulla mono-palude di Fiori, poi passa (7 terre e 9 mana open per lui, 2 bounceland).
    Ma Fiori ha tolto la seconda chiusura, quindi con la palude nel cimitero, nessun altro Recollect nel mazzo e nessun altro modo per chiudere, dopo una breve pensata si vede costretto a concedere.
    Complimenti a Selvaggi per l'intuizione e la giocata.
    Una delle chiuse di game più di classe che abbia mai visto.

    Fiori-Selvaggi 0-2


     
  • Saturday, July 29: 2:41 p.m. - Round 3: Marco Benifei vs. Alessandro Vegna


  • Terzo turno: Marco "Benfa" Benifei (un top 8 al GP Genova 2003 e un top 8 ai Nazionali di Verona del 2000), vs. Alessandro "Laly" Vegna (top 8 ai Nazionali di Verona del 2000).
    Matchup: Zoo (Benfa) vs. Hoofster's Fireman Angel.deck di Laly.
    Parte Laly.
    Anche qui atmosfera rilassata, malgrado la giovane età (23 anni benfa e 24 Laly), si fronteggiano infatti due veri e propri dinosauri del Magic italiano, amici di lunghissima data.
    Benfa parte subito molto aggressivo con Leone di prima seguito da Isamaru, ma Laly (che ha accelerato di signet WR in seconda mano), è lesto a spazzare l'area in terza mano con una Ira di Dio.
    Benfa prova a ripartire con un Volcanic Hammer, un Kird Ape ed un Seal of fire, ma alla fine del turno Laly gioca un Lightning Helix sul Gorilla.
    Benfa ha però pronta una Giant Growth ed il Gorilla sopravvive.
    Laly si ricostruisce la mano giocando Novelle.
    La situazione punti vita è di 14 pari, ma Benfa topdecka una Jitte, attacca con il Gorilla e carica la Jitte.
    Laly gioca però pastoie su Gorilla (credo sarebbe stato meglio su Jitte, dopotutto il Gorilla muore con praticamente qualsiasi cosa del mazzo di Laly) e si riporta alto di vite (16).
    Benfa dà l'impressione di avere finito le cartucce, ed infatti non gioca nulla e passa.
    Laly gioca Fireman Angel e la sensazione è di triplice fischio imminente.
    Benfa cala un Leone ed equippa con Jitte.
    Per nula impressionato, Laly picchia con l'Angelo e ne cala un secondo, 3 mana open e 3 carte in mano.
    Benfa gioca Volcanic Hammer sull'angelo, ma Laly contrasta di Hinder.
    Ma Benfa ha ancora una risorsa: rimuove un segnalino da Jitte, sacrifica Seal of Fire e uccide l'Angelo.
    Poi attacca con Leone e la Jitte si carica a 3, poi gioca un Picchiatore Scab-Clan pompato a 3.
    Benfa è a 6, Laly a 15.
    Benfa è ancora in partita solo grazie alla Jitte, e qui si vede quando fosse stata importante la decisione precedente su come utilizzare le pastoie.
    Ma ormai la differenza di mana in campo e carte in mano è troppa, e quindi, malgrado la presenza di ben 6 segnalini sulla Jitte, con un doppio Electrolize alla fine del turno di Benfa, un attacco di Angelo ed infine un Demonfire, laly porta a casa la partita.

    Benifei-Vegna 0-1

    Secondo game, parte Benfa.
    Benfa tiene con 2 terre (e dei 3 colori che gli servono, con un Temple Garden per pompare il Kird Ape), Laly mulliga.
    La seconda mano di Laly è buona e si può partire.
    Nuova partenza sprint di Benfa: Gorilla di primo, Leone e isamaru di secondo, Lightning helix di terzo.
    Laly gioca un signet di seconda, in terza mano ha 4 mana… ma questa volta l'Ira di Dio non c'è e Laly concede.
    Il game è durato 1 minuto e mezzo.
    Notevole.

    Benifei-Vegna 1-1

    Terzo game, parte Laly.
    Ci pensa un attimo e poi prende un altro mullgan, davvero sfortunato con il mana, fino a questo momento.
    Benfa invece tiene e si può partire.
    Laly parte con Steam Vents tappata, Benfa propone una Forgia da Campo e un kird… ma Laly cala montagna e fa subito Piroclasm.
    Benfa cala temple Garden tappato e passa.
    Stavolta la partenza strappo non gli è riuscita,
    Laly cala landa e passa, Benfa propone un Paladin En-Vec che passa.
    Laly cala terra e gioca signet WR, ma in risposta Benfa spara un Char.
    Laly ha però pronto un mana Leak e la minaccia è neutralizzata.
    Laly è però tapped out, così benfa cala un teppista della via Latta, spacca il Signet, attacca di Paladino e passa.
    Laly rimuove il Teppista con un Electrolyze.
    Benfa prova a raddoppiare nuovamente la minaccia giocando Watchwolf, ma Laly pulisced il board con una tempestiva Ira di Dio.
    Benfa prova a ripartire con un Watchwolf, ma ormai c'è abbastanza mana in campo e laly cala il suo jolly: Firemane Angel.
    Benfa non si scompone: il mana che ha Laly non è, al momento, sufficiente a recuperare l'Angelo, così lo elimina con un Volcanic Hammer e riprendere il beat-down di Watchwolf.
    Poi cala un Leone, spara un altro hammer in faccia a Laly e passa.
    Nel proprio turno Laly va a 7 grazie all'Angelo e spara un'altra Ira di Dio.
    Ma Benfa pesca, passa e poi nella upkeep di Lay spara una Fiamma della Mano Infuocata su Laly (-4 e nessun punto guadagnato), Laly non pesca nulla, passa e muore di Char nel turno di Benfa.

    Benfa ribalta il pronostico (sulla carta il mazzo Angel dovrebbe essere sopra) e vince in rimonta.

    Benifei-Vegna 2-1


     
  • Saturday, July 29: 3:04 p.m. - Round 3: Stefano Fiori vs. Mario Pascoli


  • Ancora un match di ottimo livello per i nostri spettatori. Si affrontano il romano Mario Pascoli, campione nazionale del 2004, e il milanese Stefano Fiori, top 8 al Pro Tour Kobe. Entrambi hanno optato per un mazzo combo: Marione ha scelto per la porzione di standard del torneo il Greater Good, mentre Stefano ha puntato su Heartbeat.

    Mario vince il lancio di dado e inizia con la classica Sensei's Divining Top. Mentre Fiori sviluppa la sua mana base con un Kodama's Reach, Pascoli è in forest screw, un problema che gli impedisce di sviluppare correttamente e velocemente il suo game plan.

    Il milanese si prepara alla vittoria quando trasmuta un Muddle the Mixiture per un Weird Harvest, che lancia al turno dopo da 4 prendendo 3 Drift of Phantasm e 1 Maga, Traitors to Mortals.

    Pascoli intravede comunque una possibilità di portare a casa la partita, quando con l'opponent tappato lancia un Nightmare Void togliendo al milanese Maga, la sua winning condition. Ma le cose non stanno propriamente così… il saggio Stefano infatti gioca di base un Recollect, che gli permette di recuperare il temibile mostrone nero dal cimitero per chiudere la combo, preparata con cura nei turni precedenti.

    Divertente l'intermezzo tra il primo e il secondo match, in cui si parla allegramente sia della serata precedente passata in allegria tra i fumi dell'alcol, sia a disquisire del dialetto romano e la nebbia di Milano.

    Marione opta per iniziare il secondo match, partendo rapidamente con terra Birds of Paradise e Sakura-Tribe Elder, che gli permettono di fare Cranial Extraction di terzo. Stefano ritarda l'appuntamento con la lobotomia con un Remand per ben tre volte, ma la quarta è quella buona, e gli Heartbeat of Spring abbandonano il mazzo di Fiori. Alla seconda cranial, Stefano "ammucchia" le carte e si prepara all'incontro decisivo.

    Canonica partenza di Fiori con terra Sensei's Divining Top, mentre Marione sviluppa la sua mana base con un Farseek. Un primo Nightmare Void del romano si scontra con il Remand del milanese, come il secondo, mentre il terzo viene neutralizzato da un Muddle the Mixiture. Fiori, tra un counter e un altro, continua la ricerca dei pezzi della combo nel suo mazzo grazie alla trottola e ad un Sakura-Tribe Elder. Pascoli draga il Nightmare Void, castandolo nuovamente prendendo l'ennesimo Remand, e lancia una Phyrexian Arena. Fiutando il pericolo che scaturisce dal motore di pescaggio del romano, Stefano opta per un Weird Harvest da 5, prendendo 1 sakura e 4 Drift of Phantasm, mentre Mario seleziona 3 Yosei, the Morning Star e 2 Kodama of the North Tree.

    L'ex campione italiano, minacciato da una chiusura imminente, non si da per vinto e nel suo turno lancia un Pithing Needle, nominando i Drift e di nuovo con il canonico Nightmare Void, toglie un Sakura-Tribe Elder. La situazione si fa piu' dura per Stefano, ora che non può trasmutare i suoi muri. L'unica è prendere tempo e accumulare più terre possibili per partire. Così il milanese opta per un Recollect su Muddle the Mixiture. Decisione saggia con cui proibisce a Pascoli di fare una prima Cranial Extraction, anche se la seconda passa privandolo di Invoke the Firemind. Sotto una pioggia di Void, Stefano non riesce a riprendere il controllo della partita e pochi turni dopo concede, quando Pascoli cala Greater Good, pronto a chiudere la lock con Goryo's Vengeance e Yosei assopito già da qualche turno nel cimitero.

    Stefano Fiori 1 - Mario Pascoli 2

    Andrea 'Vitello' Vitali


     
  • Saturday, July 29: 4:19 p.m. - Round 4: Luca Chiera vs. Tommaso Natale


  • Entrambi Campioni Italiani, entrambi romani ed entrambi a 9 punti. Si preannuncia come uno dei migliori incontri dei Campionati Nazionali di Magic 2006 lo scontro che vede opposti Luca Chiera e Tommaso Natale, amici nella vita di tutti i giorni, ma avversari agguerriti al tavolo da gioco.

    Tommaso vince il tiro di dado e decide di iniziare. Al secondo turno lancia un Orzhov Guildmage, mentre Luca sviluppa mana con un Izzet Signet c una Azorius Chancery. A tenere compagnia al maghetto della gilda bianconera si aggiunge dal lato di Tommy un Ghost Warden. Chiera però stoppa l'attacco calando un Enemy of the Guildpact. La partita si stalla per un paio di turni a terra con Natale che aggiunge al suo board un Benevolent Ancestor e Luca che cala Revenant Patriarch.

    E' il momento di attaccare! Questa è la decisione di Luca che grazie ad un Ogre Savant rimanda in mano del proprietario il preventore e attacca con i suoi mostri. Il Ghost Warden torna ad essere fantasma, accoppiandosi con il nemico delle gilde. Tommaso rimette in gioco l'ancestor e manda una Thoughtpicker Witch a tenergli compagnia. Le creature di Luca sono piu' grosse e fanno le prepotenti, specialmente perché il loro mentore le aiuta in combattimento: un doppio blocco di Orzhov Guildmage e strega su Revenant Patriarch viene vanificato da un Wrecking Ball.Tommy cerca di limitare i danni e guadagnare tempo calando una Beacon Hawk, ma un Brainspoil di Luca lo convince a rimischiare le carte e ad andare alla seconda partita.

    Ancora una volta Tommaso decide di iniziare per primo.questa volta però è Luca a mettere la prima minaccia sul tavolo nella forma di un Boros Guildmage, seguito da un Azorius Guildmage. Tommy a difesa nel frattempo ha schierato un Benevolent Ancestor e un Rakdos Ickspitter, anche se iniziano a passare i primi danni. A 5 mana Natale lancia uno Spelltithe Enforcer, carta che potrebbe rallentare la discesa di permanenti dal lato di Luca, che da adesso in poi dovrà pagare 1 mana in piu' per i suoi spell, pena il sacrificio di un permanente. Ed è ben felice di pagare 1 mana extra per lanciare uno Strand of Undead, che fa scartare a Tommaso un Conclave Equenaut e un Vultorous Zombie… ma è tutto un trucco perché quella volpe di Tommy nasconde come ultima carta in mano un Vigor Mortis, che riporta lo zombie alato in gioco con un counterino +1+1.

    Luca è costretto sulla difensiva dalla maggiore quantità delle creature di Tommy, e viene privato di 1 punto vita a turno dallo sputazzatore. La situazione va avanti così per diversi turni, fin quando Luca, a 7 punti vita, non mette in gioco un Viashino Fangtail, che mette fine all'operato del pinger di Natale. Irritato per l'evento Tommy decide di lanciare un Alfa Strike di Spelltithe Enforcer e Guardian of the Guidpact…Luca assegna l'Azorius Guildmage a bloccare il Guardian of the Guildpact, rigenerandolo, e pone il Boros Guildmage, incantato con un Necromancer's Magemark , sulla strada dell'elefantone, mandandolo nel cimitero. Grazie al tappatore l'inerzia della partita si sposta di nuovo e questa volta in maniera definitiva. Tommaso infatti non pesca nulla di rilevante e deve arrendersi agli attacchi delle creature di Luca, o meglio alla potenza dell'Azorius Guildmage, che vanifica ogni possibilità di difesa.

    Luca Chiera 2 - Tommaso Natale 0


     
  • Saturday, July 29: 4:58 p.m. - Round 4: Bruno Panara vs. Emanuele Canavesi


  • Quarto turno, primo turno dopo il draft di Ravnica.
    Bruno Panara (top 8 nazionali italiani 2005 e top 8 GP Bologna 2006) vs. Emanuele "One" Canavesi, il maggiore della celebre coppia di fratelli (Top 16 PT New Orleans, Top 32 PT Kobe2004).
    Parte One, Panara mulliga.
    Super-sciamata iniziale di One che al 4° turno ha in campo Trhull del Cordoglio, Maga della Gilda Boros, Destriero del Maestrale e Diavolo Stordente (per un totale di 3 evasive su 4 dal momento che Panara non ha ancora giocato creature nere per bloccare il Diavolo).
    Panara risponde con Mago della Gilda Grull, Evangelista di Selesnya, Ragno Acquatela (che passa un segnalino al Mago) e un paio di pippoli (in aumento) dell'Evangelista.
    One riprende vantaggio giocando Trefoli di non morti (su destriero), tenendo tutte le creature in difesa e bittando solo di Diavolo.
    Panara attacca con tutto, dopo i blocchi la situazione creature in gioco è invariata e la situazione punti vita è di 11 panara e 16 One.
    Sull'attacco successivo di One Panara cala a 6 punti vita, nel proprio turno gioca Troll dorsospora (ed è tapped out col mana) e passa.
    One attacca con tutto, Panara chumpblocca con un segnalino, cala a 3… pesca sperando di trovare qualche soluzione e concede.

    Panara - Canavesi E. 0-1

    Panara parte bene con Utopia Sprawl che gli dà un bel boost iniziale e gli stabilizza la mana base, infatti apparecchia con Evangelista di Selesnya in seconda mano, Muschiocane Superiore in terza mano… ma poi si ferma con le giocate (è floodato e ha solo terre in mano).
    One risponde con Ratti Ingollagrumi, Destriero (che perisce sotto una Oscurità Avvolgente di Panara) e Gogna del Senza sonno giocata sul Muschiocane di Panara.
    Anche One è abbastanza floodato, ma, perso il ratto Ingollagrumi su un token di Panara creato, posto in blocco e cresciuto con uno Smisurante, riprende a castare con una Apparizione Tempesta di Sabbia.
    Panara gioca il Ragno Acquatela e l'Elfo spazzaceli che ha appena pescato e si porta in deciso vantaggio (anche perché l'Evangelista continua a sfornare creature.
    One blocca l'Elfo ma sulla giocata di un nuovo Smisurante non ci sta e questa volta rimuove la creatura in risposta.
    Situazione cmq tutta a favore di Panara: 5 creature a 1 e altre in arrivo con l'Evangelista.
    One prova a riprendersi con un Cacciatore Cieco, ma Panara gioca un Castigo da 4 e porta virtualmente a casa il game.
    Infatti, dopo avere pescato ed avere inutilmente pensato un paio di minuti contemplando la propria metà di tavolo completamente spoglia, One concede.

    Panara - Canavesi E. 1-1

    Parte One, che mulliga (1 terra).
    Mulliga però anche Panara che ha una mano intenibile contro un mazzo veloce come quello di One (5 terre, il Wurm a cc 7 e Elfo spazzacielo).
    One parte piano (nulla in prima mano, Seal of Fire di seconda), mentre Panara accelera subito con un Lungosguardo di seconda (con Foresta e palude), che gli consente di mettere in gioco una pianura che risolve tutti suoi problemim di mana.
    One cala terra (anche lui ha tutti i colori in gioco (Pianura, Palude, Montagna) ma ancora nn gioca nulla.
    Panara è floodato (mille mana ma cala solo elfo Spazzacelo e passa.
    One finalmente cala la sua prima creatura, Ratto Ingollagrumi e passa.
    Bruno topdecka Wurm Spaccastrade ma One replica con Gogna.
    Bruno è fortissimo: topdecka Wurm da Assedio e per one si mette male, nonostante la presenza di 2 Seal of Fire in gioco.
    Ma One ha un altro asso nella manica (ottima la sensibilità tattica che gli fa intuire che la partita è vinta tatticamente, sulla corsa dei danni): spara all'Elfo Spazzacelo e gioca Drago Braccato, approfittando del vantaggio di punti vita.
    Ma One ha fatto male i conti: sul contrattacco scende infatti da 19 a a 8 punti vita (Panara è a 10) e un Giullare del Demone 4/3 che entra in campo dal lato di Panara pare stroncare il tentativo di vincere il rush dei danni da parte di One.
    One attacca di Drago e per non rischiare Panara chumpblocca di Giullare.
    Fa benissimo, dal momento che One gioca il jolly Cacciatore Cieco che, oltre a mandare Panara in zona tiro (a 8 sarebbe morto al giro successivo grazie ai 6 danni di drago + il secondo dei seal in gioco), guadagna vita e un blocker in più.
    Panara attacca con tutto e manda One a 1 (Panara è a 7), gioca Ragno Acquatela.
    One stappa, spara al ragno, mena di drago e passa.
    Panara morirebbe di Gogna e concede.
    Un match tirato, ottimamente giocato da entrambi e molto interessante dal punto di vista tattico… deciso all'ultimo respiro!

    Panara - Canavesi E. 1-2

    Piccola nota di colore: finora tutti quelli che si sono seduti sulla sedia alla mia destra nel tavolo dei feature matches, hanno vinto.


     
  • Saturday, July 29: 5:44 p.m. - Round 5: Federico Dato vs. Raffaele Lo Moro


  • Raffale Lo Moro è il giocatore italiano con più pro player point, terzo ai mondiali del 1999. Sulla sua strada si pone Federico Dato, genio del panorama di magic nazionale, che vanta numerose partecipazioni ai Pro-Tour , tra cui spicca il 4° posto a Roma nel 1998 e quattro top8 ai nazionali.

    Federico vince il tiro di dado e sceglie di iniziare. Ovviamente mulliga… i poteri oscuri del signore del mana screw si fanno sempre sentire. Con 6 carte Federico mette in terra prima una Silhana Ledgewalker e poi un Coiling Oracle che gli da una terra. Lo Moro fronteggia i due weenie con un Utvara Scalper (WOW CHE CARTONA!!!) e accelera con un Rakdos Signet in un Greater Forgling (che da ora in poi chiameremo forgilingio). L'inarrestabile Silhana continua a diminuire i punti vita del buon Lo Mollo, che però non sembra affatto preoccupato, neanche quando con un Peel from Reality Federico gli rimanda in mano l'orrido forgilingio, riprendendosi il proprio Coiling Oracle. Quest'ultimo non torna in gioco subito perché Dato opta per lanciare una Patagia Viper, che porta con se i due token 1/1.

    Dopo un minuto di profondi pensieri Raffaele si sveglia e sceglie mettere in gioco uno Stinkweed Imp e di incantare il forgilingio con uno Strands of Undead, facendo scartare all'avversario un Bramble Elemental e un Vedalken Entrancer.

    Le situazioni nella partita a volte si ripetono…l'oracolo torna in gioco dalla parte di Federico e anche questa volta porta in dono una terra… e anche questa volta blocca il forgicoso. Quando però Datone tenta di riprende in mano l'oracolo con un Repeal, Raffaele spezza il suo piano sacrificando un Seal of Doom, precedentemente messo in gioco. Un doppio Shrieking Grotesque e le successive pescate inutili costringono Federico alla resa pochi turni dopo (per la cronaca Raffaele aveva ancora in mano Hex e Wreaking Ball).

    La lentezza di Lo Moro tra la prima e la seconda partita è esasperante… il sottoscritto e Datone hanno deciso di addormentarsi nell'attesa che l'occhialuto riccetto finisca di mescolare le proprie carte.

    Datone inizia, ma la quarto turno ha in gioco solo 4 terre, mentre dal lato di Raffaele ci sono un Rakdos Ickspitter e un Wojek Embermage. La folla salta sulle sedie quando finalmente Federico mette in gioco la sua prima creatura, i temibili Wisened Snitches , che costringeranno i due giocatori a giocare con la prima carta scoperta. Visto che due pinger sono pochi, Lo Moro decide di aggiungerne un terzo nella forma di un Stormscale Anarchist. Federico tenta di limitare i danni mettendo in gioco un Siege Wurm, che viene però spedito nel cimitero da un Brainspoil. All'allegra brigata Raffaele aggiunge l'ennesimo Shrieking Grotesque, anche se perde l'anarchico bloccato da un token generato da Flash Foliage. Tutto quello che Datone mette sul tavolo scompare poco dopo: anche un Simic Ragwurm, viene eliminato da un Pyromantics, replicato 3 volte. Nonostante egli provi a resistere con un Repeal e un Vacuumelt, la situazione non cambia. L'implacabile Raffaele continua a pulire sempre il board guadagnandosi la vittoria.

    Federico Dato 0 - Raffaele Lo Moro 2


     
  • Saturday, July 29: 6:22 p.m. - Round 5: Andrea Santin vs. Rocco Palumbo


  • Quinto turno: Andrea Santin (3° posto ai Campionati Mondiali del 2001 ed altri piazzamenti di rilievo ai PT) e Rocco Palumbo, giocatore in ascesa.
    Rocco inizia e risce a partire subito molto aggressivo con Coiling Oracle e Zeppelide d'ssalto a seguire in terza mano.

    Andrea risponde con un Legionario cavaliere dei cieli e Fiamme Crepitanti su Zeppelide.
    Rocco prosegue nella sua corsa all'evocazione di creature fuori curva e fuori tempo giocando un Selvaggio di Ghor-Clan 5/6 al 4° turno!
    Andrea risponde con un Equinauta del conclave, ma la situazione di board non è esattamente delle più felici, stante il vantaggio di Rocco nella corssa dei danni (10-13 DOPO l'attacco di Santin con le sue due creature volanti).
    Il game-plan tattico di Andrea è chiaro, continuare il beat-down di volanti sperando di pescare chump-blockers e/o soluzioni per il panzer che lo sta picchiando da terra (Rocco gioca verde-blu-nero quindi non ha danno diretto e in teoria andrea può stare un po' più tranquillo andando basso di vite).

    Andrea gioca bianco-blu-rosso).
    A scombinare i piani basati sul tempo di Andrea ci pensa un Dorsotiglioso giocato dopo l'attacco del selvaggio, cosa che garantisce a Rocco un "serbatoio" virtuale di + 3 punti vita.
    La situazione di Andrea è molto critica, anche perché la sua mano è composta di carte molto belle ma al momento relativamente inutili nel momento tattico specifico.
    Dopo un paio di minuti di riflessione Andrea prova a cercare con una Ricerca Compulsiva un qualche tipo di soluzione (gli restano 2 mana open), ma dopo aver visto le 3 carte pescate concede immediatamente.

    Santin - Palumbo 0-1

    Parte Santin e prende un mulligan.
    Partenza lenta da parte di entrambi, nessun drop nei primi 2 turni.
    Nel proprio terzo turno Rocco tenta una Cacciatrice di Trofei, ma Anndrea è in agguato con un Prevalere e Rocco ripone la cacciatrice nella vaschetta.
    Andrea gioca un commando orduun cui Rocco oppone un'inutile Apparizione verde (Andrea ha 2 pianure, quindi il Commando è virtualmente un 4/3.
    Andrea guadagna carte con una Linea di Pensiero replicata (2 carte), mentre Rocco aumenta il proprio vantaggio di permanenti con un Oracolo Acciambellato ed un Ministro degli Impedimenti.
    Ma Andrea recupera permanenti e tempo giocando nel proprio turno un Luminare Ogre che rispedisce momentaneamente al mittente il Ministro.
    Andrea è cmq in vantaggio nella corsa dei danni (17-12), mentre Rocco è floodato e ha in campo solo l'Apparizione e 2 Oracoli.

    Rocco esce dall'empasse sacrificando l'Apparizione per 3 mana verdi ed usando tutto il mana più un Oracolo per Convocare un Wurm da Assedio.
    Andrea cala una Guardiana Fantasma ed un Dragonauti in Miniatura ma si vede costretto a passare interrompendo momentaneamente la propria offensiva.
    Rocco però gioca il suo jolly, castando un Ulasht (3/3) che uccide la Guardiana, giocando un Segno di evizione sui dragonauti e passando (duplice errore, Rocco non ha ripreso l'Apparizione ed Andrea aveva solo un mana bianco libero e non avrebbe potuto salvare il Commando).
    Andrea incrementa il proprio vantaggio nella corsa dei danni giocando un'altra creatura evasiva: Primo di Azorius.
    A questo punto Rocco attacca col suo panzer 5/5, cui Andrea risponde con un condannare… ma Rocco è fortissimo: gioca Scuotirune, salva il suo bestione, pesca una carta (che non guasta mai) e dà una mazzata psicologica non da poco ad Andrea.
    Ma Andrea si riprende subito: attacca con tutto e, dopo i blocchi, grazie ad un devastante carom giocato al massimo del proprio effetto, due creature di Rocco giacciono nel cimitero (e Rocco scende a 6 punti vita).
    Andrea rigioca i Dragonauti e passa.
    Rocco gioca Trhive su Wurm e Ulasht, attacca, manda Andrea a 2 e passa.
    Andrea attacca con tutto, ha Crackling Flames in mano e vince.

    Santin - Palumbo 1-1

    Parte Rocco e tiene la mano.
    Santin prende una decisione molto rischiosa: tiene una mano con mono-terra e signet e viene premiato da una duplice topedchata di pianura e isola che gli risolve qualsiasi problema di mana e gli permette di giocare il commando di terza grazie al boost di signet.
    Rocco risponde con un dorsotiglioso, con un boost di utopia e guadagnando tempo con uno Scioglivuoto che rimanda in mano ad Andrea il commando.
    Scambio di creature e poi Rocco sconvolge santin con Sfinge Cerulea che confessa essergli capitata di 4° pick.

    Andrea abbozza una reazione con un Servitore della marea (isola pescata, terza terra su 4 pescate) mentre Rocco comincia il beat-down di Sfinge.
    Rocco aumenta la ressione con uno Zeppelide, mentre Andrea pesca un'altra terra, cosa che gli consente di "rompere" la barriera di uno spell-castato a giro e di mettere in gioco sia Gelettrodo che Equinauta.
    Rocco infrange le speranze di Andrea giocando Ulasht da 1 che spara sul Gelettrodo (unico possibile pericolo in campo per la sfinge e/o lo Zeppelide).
    La situazione di board è ormai completamente compromessa e nn si vede una via di uscita per Andrea.
    Punti vita 5 a 20.
    Rocco attacca, Andrea stappa l'Equinauta e chumpblocca.
    Rocco gioca Pensiero da 3 e Andrea approfitta del tapped-out di rocco per giocare in risposta un Flames sulla Sfinge.
    Ora andrea deve "solo" trovare una soluzione allo Zeppelide e sperare che Rocco non abbia spari o non abbia pescato altre volanti.
    Altro flames e anche lo zeppelide lascia.
    Andrea prova a fare pensiero da due ma Rocco ha in mano Bizzarria Vapornucleo (Andrea è a 2) e il match si chiude così, a nulla sono servite le mille scalate di specchi da parte di Andrea.

    Santin - Palumbo 1-2

    Matteo Negrini


     
  • Saturday, July 29: 6:51 p.m. - Round 6: Andrea Paselli vs. Saverio Magri


  • Andrea Paselli, già ampiamente incensato dal sottoscritto, è uno dei più forti giocatori di limited italiani con al suo attivo numerosi pro tour e un titolo di campione nazionale nel 1996. Saverio Magri è per la prima volta ai nazionali, grazie alla vittoria nel campionato cittadino di Novara.

    Saverio vince il tiro di dado e inizia dopo un mulligan del Paso, che però è il primo a mettere in gioco una carta, un Terrarion per fissare la sua mana base. Dal lato del giocatore piemontese al 4o turno ci sono quattro terre (3 Swamp e 1 Mountain) e 1 Seal of Doom. Nonostante il sigillo Paselli mette in gioco un Gruul Scrapper, che infligge i primi danni, e potenzia uno Skarragan Pitskull. Il giovane avversario decide di eliminare la creaturina assetata di sangue e passa al contrattacco nei turni successivi con un Enemy of the Guildpact e un Ratchatcher. Paso prova a rimettere il board in pari con un Last Gasp sul nemico delle gilde, ma può solo schierare come creatura un Eidolon rosso. Magri continua il beatdown di Ratcatcher e aggiunge un Glass Golem come minaccia. Inoltre già da due turni aggiunge alla propria mano degli Gnobbler Rats. A due punti vita Andrea tenta di risalire la china. Gioca una Izzet Chronarch per riprendere in mano il Last Gasp, e mette in campo uno Shambling Shell ed un Gruul Guildmage, potenziando con Thrive entrambi. Purtroppo per lui tutta questa fatica serve a ben poco, perché Saverio pesca Pyromantics, infliggendo i danni diretti decisivi.

    Questa volta è il turno di Paso di iniziare e anche questa volta un mulligan lo fa scendere a 6. Purtroppo le successive 6 contengono zero terre, e quindi Andrea è costretto a pescare 5. Anche questa mano è senza terre, ma Paso non vuole scendere a 4. Per due turni non pesca landa mentre il suo avversario a 4 mana lancia un Torch Drake e a 5 un Eidolon Blu. Paso nel frattempo ha pescato una montagna e niente più. Saverio senza alcuna fatica si aggiudica il match e passa al secondo giorno con uno score totale di 5-1.

    "E' un risultato giusto, avevo un mazzo brutto da 1-2" confessa Andrea "però avrei preferito perdere giocando"… Condivido la sua amarezza.

    Andrea Paselli 0 - Saverio Magri 2


     
  • Saturday, July 29: 7:16 p.m. - Round 6: Nicola Albarelli vs. Alessio Angeli


  • I due giocatori a punteggio pieno del "tavolo di ferro" di questi Nazionali (Benifei, Angeli, Crotta, Di Tomaso, Natale, Chiera, Albarelli e Nai, con ben 3 ex-Campioni Italiani al tavolo), si giocano la supremazia assoluta per il day 1 dei nazionali.
    Parte Nicola ma deve subito mulligare.
    Angeli tiene.
    Partenza lenta di Nicola che gioca una Cantastorie selvaggia al terzo turno, mentre Angeli gioca una Mutaluce ed una Cenciosa.
    Nicola di riprende con una Bizzarria che elimina la cenciosa e porta il suo gap di carte a solo -1.
    Angeli riprende il vantaggio sul board calando un Giullare del demone.
    Nicola ha carte ad alto cc in mano e non gioca nulla, con 4 mana in tavola.
    Angeli aumenta la pressione con un Elementare dei Rovi cui Nicola può opporre, topdeckandola, solo una apparizione della vegetazione.
    Nicola pesca la quinta terra, non gioca nulla e passa… Angeli attacca con tutto e Nicola gioca in risposta uno Sviluppo, con la decisione di Angeli di fare pescare 3 a Nicola.
    Nicola gioca il trespolo del dragofoglioso e va a 2 sull'attacco di Angeli che cala anche un Muschiocane Superiore.
    Troppi attaccanti, Nicola pesca, ci pensa un attimo e concede.

    Albarelli - Angeli 0-1

    Parte Nicola e mulliga.
    Accelerazione iniziale da parte di entrambi, con un signet giocato di seconda da ambo i lati.
    Nicola apparecchia con un Ragno Acquatela ed un Draghetto Azzannatore, cui Angeli replica con panzoni quali Muschiocane superiore e Wurm Putrescente.
    Tema tattico è la momentanea superiorità volante di Nicola contro i panzer di angeli.
    Nicola aggiunge alle sue creature di terra una apparizione.
    Angeli attacca con tutto, ma Nicola mette doppio blocco su muschiocane e dopo che i danni sono in pila rimbalza la propria creatura che sarebbe morta (ragno) e il Wurm di angeli.
    Angeli cala un elementare dei rovi al posto del Wurm e passa.
    Ma ormai Nicola ha raggiunto quota 7 mana ed inizia a sfoderare il meglio del repertorio del suo mazzo: scende in campo un Errante Citoprole.
    Alessio incanta l'Ementale, sforna 2 piruli e poi cala un Teppista della via Latta con cui spacca un signet.
    Nicola attacca con l'Errante e c'è uno schianto multiplo Errante da una parte ed Elementare + pirli dall'altra.
    Intanto il Draghetto continua il suo lavoro: punti vita 12-8 per Nicola.
    Si apparecchia in terra (tra cui una Driade Snaturata dalla parte di Alessio), ma il problema "Draghetto" continua a permanere.
    Per vincere Angeli deve trovare una soluzione a draghetto e/o giocare in modo da riuscire a portare Nicola in "zona tiro" per poterlo finire con l'abilità del Wurm sacrifgicando creature nella EOT di Nicola e finirlo nel proprio con altre creature.
    Creature in campo: Nicola 4, Alessio 6.
    Il draghetto attacca ancora e porta Alessio a due.
    Alessio gioca Giullare del Demone e attacca con Driade e Mutaluce.
    Danni in pila e poi Alessio pesca con Cenciosa, sacrificando la Mutaluce destinata morire.
    Nicola non ha il removal che lo avrebbe fatto vincere e concede.

    Albarelli - Angeli 0-2

    Nota di colore: la micidiale sedia alla mia destra ha chiuso la giornata 6-0. Deve trattarsi di un potentissimo artefatto sotto mentite spoglie…


     
  • Saturday, July 29: 7:35 p.m. - Statistiche: Region Breakdown


  • Regione Totale
    Emilia Romagna 27
    Lombardia 25
    Piemonte 21
    Lazio 18
    Toscana 17
    Campania 12
    Sicilia 12
    Puglia 6
    Sardegna 6
    Veneto 6
    Liguria 5
    Trentino Alto Adige 5
    Umbria 4
    Friuli Venezia Giulia 3
    Marche 3
    Abruzzo 2
    Calabria 1
    TOTALE COMPLESSIVO 173


    • Planeswalker Points
    • Facebook Twitter
    • Gatherer: The Magic Card Database
    • Forums: Connect with the Magic Community
    • Magic Locator