2008 Italy National Championship

  • Print
EVENT COVERAGE

  • Blog:7.48 pm - Quick Interview 2
    by Bruno Panara
  • Blog:7.25 pm - Quick Interview 1
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 8 - Puoti vs. Nesi
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • Feature Match: Round 8 - Marco Cammilluzzi vs. Dario Parazzoli
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 7 - Castellano Vs. Vizzari
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • Feature Match: Round 7 - Manuel Alvisi vs. Patrizio Golia
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 6 - Giulio Barra vs. Giovanni Intini
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 6 - Lippi vs. Rampini
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • Feature Match: Round 5 - Eugenio Nesi vs. Giuseppe Messina
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 5 - Neri vs. Giusti
    by Andrea ‘ Vitello’ Vitali
  • Blog: 3:57 pm - Drafting with Eugenio Nesi
    by Bruno Panara
  • Blog: 3:40 PM - Draft 1 Fiori
    by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Blog: 3:35 P.M. - Drafting with Marco Camilluzzi
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • Feature Match: Round 4 – Benifei vs Pini
    by by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Feature Match: Round 4 – Santopadre vs. Rampini
    by by Andrea “Pk” Panebianco
  • Feature Match: Round 3 - Davide Brambilla vs. Norberto Giusti
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 3 - Galatioto vs Fiori
    by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Blog: 11:35 AM - Deck breakdown
    by Andrea “Pk” Panebianco
  • Feature Match: Round 2 - Luca Chiera vs. Matteo Morra
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 2 – Bianchi vs. Barra
    by Andrea “Pk” Panebianco
  • Feature Match: Round 1 - Alessio Angeli vs. Marco Cammilluzzi
    by Bruno Panara
  • Feature Match: Round 1 - Pascoli vs. Baldelli
    by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Blog 10:07 pm: Qualificati Meatgrinder Constructed
    by Bruno Panara
  • Blog 7:26 pm: Qualificati Meatgrinder Limited
    by Bruno Panara
  • Blog 6:10 pm: Top8 Cento Città
    by Bruno Panara
  • Info: Day 1 Player List
    by Event Coverage Staff
  • Info: Fact Sheet
    by Event Coverage Staff



 
  • Friday, 6:10 pm: Top8 Cento Città
    by Bruno Panara
  • 84 giocatori si sono affrontati nel torneo 100 Città per guadagnarsi un invito ai Nazionali Italiani di Magic 2008. Dopo sette turni di Svizzera i primi 8 hanno vinto un invito.


    Alter Sadovnic
    Col KAVUlu che lu guadagni lu vite


    Stefano Giunta
    Angry Female Dwarves



    Fabio Montressor
    8 Magus


    Gennaro Lacopeta
    8 Magus

    Main Deck

    60 cards

    Ghitu Encampment
    Keldon Megaliths
    19  Mountain

    24 lands

    Ashenmoor Gouger
    Blood Knight
    Demigod of Revenge
    Figure of Destiny
    Magus of the Moon
    Magus of the Scroll
    Mogg Fanatic

    25 creatures

    Flame Javelin
    Incinerate
    Shock

    11 other spells

    Sideboard
    Dragon's Claw
    Lash Out
    Manabarbs
    Stigma Lasher

    15 sideboard cards



    Anchisi Corrado
    Mefolk


    Stefano Calloni
    Demigod Burn



     
  • Friday, 7:26 pm: Qualificati Meatgrinder Limited
    by Bruno Panara
  • Dopo 8 turni di Sealed Deck Shadowmoor-Eventide Nicola Angelozzi e Francesco Berti vincono la qualificazione ai Nazionali Italiani di Magic 2008. Complimenti ai qualificati che emergono da una selezione di 184 Persone.

    Complimenti anche a Domingo Ottati e Marcello Calvetto, che vincono in torneo Two-Headed Giant Llorwyn-Morningtide, battendo in finale il team Paolo Bergamaschi-Giacomo “Ogre” Mallamaci, finalisti di un torneo con 64 squadre.



     
  • Friday, 10:07 pm: Qualificati Meatgrinder Constructed
    by Bruno Panara
  • Si sono disputati tre tornei Last Chance Constructed, ognuno con in palio due qualificazioni ai Campionati Italiani di Magic 2008. Complimenti ai vincitori.

    Meatgrinder Blocco Llorwyn-Shadowmoor


    Karim Al Takuouri
    Paolone's Deck

    Meatgrinder Standard Under 1700

    Riccardo Disperati
    MonoRed


    Nicola Benigni
    Spongebob Deck

    Main Deck

    60 cards

    Island
    Mutavault
    River of Tears
    Secluded Glen
    Swamp
    Underground River

    24 lands

    Mistbind Clique
    Scion of Oona
    Sower of Temptation
    Spellstutter Sprite
    Vendilion Clique

    16 creatures

    Ancestral Vision
    Bitterblossom
    Cryptic Command
    Rune Snag
    Terror

    20 other spells

    Sideboard
    Damnation
    Extirpate
    Flashfreeze
    Negate
    Thoughtseize

    15 sideboard cards


    Meatgrinder Extended




     
  • Saturday, 9:30 AM: Feature Match Round 1 - Pascoli vs Baldelli
    by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Tradizione impone che ogni anno il campione uscente si cimenti nel feature match del primo round. Mario Pascoli, di Roma, vuole difendere il suo titolo dall’assalto del forlivese Niccolò Baldelli.

    Poca azione sul board nell’inizio della prima partita. Mario sospende un Ancestral Vision e countera prima un Imperious Perfect e poi un Garruk Wildspeaker. Stessa sorte per un Chameleon Colossus spedito nel cimitero da un Remove Soul, e per un Tarmogoyf terminato da uno Spellslutter Sprite Una Treetop Village permette a Niccolo di infliggere i primi tre danni della partita, che però risulteranno ininfluenti. Come un fulmine dal cielo Pascoli chiude la gara in tre turni. Il giocatore romano per due turni successivi tappa tutte le lande dell’avversario nel mantenimento con delle Mistbind Clique, e con l’aiuto di alcune Mutavault si porta sull’1-0.

    Niccolò inizia forte la seconda partita con un Wren Run Vanquisher, seguito da un Thoughtsieze, che toglie uno Scion of Oona, e due Imperious Perfect. Mario sospende due Ancestral Vision. Dopo aver bloccatogli assalti del giocatore romagnolo, con qualche bounce, Mario spera di migliorare la sua posizione quando si risolvono i due pescanti. Purtroppo per lui le 6 carte pescate non presentano alcun tipo di reset. Grazie ad un Cryptic Command il campione uscente resiste un turno, ma poi deve soccombere davanti all’orda degli elfi. Uno pari.

    Partenza lenta nella terza partita con Niccolò che cala un Civic Wayfinder al terzo turno, seguito da un gemello il turno successivo. Al 5° turno Mario sospende un Ancestral Vision, ma continua a passare, subendo gli assalti dell’avversario.Il giocatore romano tenta di stabilizzare la partita con due Damnation, ma viene portato ad un punto vita da una inarrestabile Treetop Village. Quando la landa prova a portare a casa la partita, Mario prova una difesa estrema, calando una Mistbind Clique, ma Niccolo ha tutte le risposte pronte. Nonostante un Terror venga neutralizzato da un Spellslutter Sprite, il successivo Squall Line da 1 chiude la gara in suo favore.

    Baldelli 2 – Pascoli 1



     
  • Saturday, 9:35 am: Feature Match Round 1 - Alessio Angeli vs. Marco Cammilluzzi
    by Bruno Panara
  • La giornata inizia con un interessante feature match tra Marco Cammilluzzi e Alessio Angeli. Il primo è un giocatore romano che negli ultimi anni è stato costantemente tra i migliori pro italiani, piazzandosi nel top4 al GP Firenze 2007 e giocando in 5 Pro Tour e un Mondiale. Alessio è presente sulla scena milanese da molti anni, nei quali si è qualificato per 6 Pro Tour e ha fatto top8 nei nazionali 2006. Si scontrano in questo primo round standard il mazzo rosso-nero pedine del Romano contro un monorosso con Demigod of Revenge.

    Il match inizia senza mulligan, e avendo vinto il lancio del dado, Marco decide di partire con un Thoughtseize, svelando la mano del suo avversario (4 terre, Mogg Fanatic, Magus of the Moon e Blood knight, che viene scartato). Scendono creature da entrambi i lati, ma il Bitterblossom al secondo turno è un’ottimo inizio per il mazzo pedine. Una Figure of Destiny si affianca a 4 montagne, un Ghitu Encampment e un Magus of the Moon mentre Marco inizia ad attaccare con le pedine di Bitterblossom, lasciando dei Fanatici, un Marsh Flitter e i suoi goblin. Il piccolo Kithkin prende la forma di un 4/4 pochi turni dopo, e quando viene affiancato da un Demigod of Revenge costringe il romano a fare un po’ di calcoli, prima di bloccare l’avatar con il suo Marsh Flitter, trasformato, terminandolo attivando Mogg Fanatic. Un altro Thoughtseize svuota la mano di Angeli, che però continua ad aggredire con un Boggart Ram-Gang, che si trovava opportunamente nascosto in cima al mazzo. Marco è ormai alle strette, le vite perse di Bitterblossom e Thoughtseize iniziano a pesare e lo Shock del suo avversario al turno successivo lo costringe a passare alla seconda partita.

    Alessio Angeli 1 - Marco Cammilluzzi 0

    Entrambi i giocatori sono soddisfatti delle proprie mani e durante i primi turni si scambiano attacchi di Mogg War Marshal da una parte e Mogg Fanatic dall’altra. Alla Figure of Destiny del milanese, il romano risponde con due Marsh Flitter in turni consecutivi. Il suo avversario ne spara uno con Shock e Mogg Fanatic, mentre il suo kithkin, ormai cresciuto fino a diventare 4/4 iniza ad attaccare, e viene affiancato da Blood Knight in difesa. Una Sudden Death rimuove la figura e al turno successivo Angeli la sostituituisce con un Murderous Redcap, che però non può nulla quando al turno successivo un Torrent of Souls rianima la fatina: l’attacco fa 16 danni ad Alessio che si ritrova a 0 vite e pronto ad iniziare nel terzo game.

    Alessio Angeli 1 - Marco Cammilluzzi 1

    Niente mulligan in questo match, e al Mogg Fanatic di Cammilluzzi si contrappone un Sigma Lasher. I due giocatori si scambiano attivazioni di Fulminator Mage, ma quando al Marsh Flitter non segue Demigod dall’altra parte, il romano tira un sospiro di sollievo. Torrent of Souls rianima un fulminator, e nell’attacco successivo gli spari di Angeli eliminano le creature più pericolose di Cammilluzzi, che riesce comunque a fare 14 danni all’aversario, portandolo a 4. Il turno successivo una rimozione rimuove l’ultimo bloccante del milanese, che non riesce a salvarsi con il Demigod of Revenge che pesca all’ultimo turno.

    Alessio Angeli 1 - Marco Cammilluzzi 2



     
  • Saturday, 11:00 AM: Feature Match Round 2 – Bianchi vs. Barra
    by Andrea “Pk” Panebianco
  • Per il secondo turno si affrontano due giocatori d’esperienza, anche internazionale: il napoletano Giulio Barra, che ha al suo attivo anche un Top8 a PT Valencia dello scorso anno dopo una comunque ottima carriera precedente, e il massese Matteo Bianchi, anche lui più volte PT Player e giocatore di Magic da più di dieci anni.

    Entrambi tengono la mano iniziale di questo mirror match di monorosso. Primo drop di Matteo che cala Mogg Fanatic a cui Giulio risponde con Magus of the Moon, immediatamente immolatosi sul goblin, che verrà sotituito da un Boggart Ram Gang, da un altro Fanatico e dal proprio Mago. Giulio spara sul goblin a rotelle ed evoca Demigod of Revenge, dando il via ad una damage race che si preannuncia breve e sanguinosa. La partita comincia a farsi tirata, visto che i due conoscono bene le potenzialità del MonoR e sanno che un attacco od una mossa avventata possono significare la sconfitta in qualsiasi momento: il Demigod di Giulio viene colpito dalla contraerea avversaria, sotto forma di un Puncture Blast che lo riduce ad un piccolo 2/1, e successivamente parte il contrattacco: Matteo evoca Stigma Lasher e Figure of Destiny per poi attaccare e portare il napoletano a 6 punti vita e chiudere il turno successivo con un altro attacco e un Flame Javelin in faccia.

    Bianchi 1-0 Barra

    Le prime schermaglie tra Mogg Fanatic servono ad aprire le ostilità e lo Stigma Laher di Matteo viene ucciso dal Murderous Redcap di Giuilo, fermato a sua volta nel beatdown da un Blood Knight del massese. Il Cavaliere viene tolto di mezzo da Dead/gone e la strada si spiana per le due creature di Giulio a cui si unisce il Ghitu Encampment, prontamente incendiato da un Incinerate. La situazione non sembra sbloccarsi, e nonostante i potenziali offensivi dei mazzi, c’è una sorta di “fase di studio” in cui Giulio attacca solo col Redcap in missione kamikaze. Matteo blocca con Figure of Destiny che viene fritto da un Puncture Blast prima di arrecare danno al piccolo goblin terrorista e preservarlo per un attacco successivo e (si spera) più efficace. Altra Figure of Destiny di Matteo che si vede costretto a difendersi, ma un Incinerate ferma il suo tentativo di blocco dall’armata goblin del suo opponent. Finalmente per lui, c’è la pescata buona, e un Demigod of Revenge si materializza sul tavolo piazzandosi in difesa del suo evocatore, ma Giulio ne sa tantissime: la seconda metà di Dead/Gone lo rimbalza al mittente e il successivo attacco porta Matteo a 7 punti vita, costringendolo ad immolare il semidio su quello topdeckato dal napoletano. Vista l’impossibilità di riprendere la partita, Matteo concede e si va alla terza.

    Bianchi 1-1 Barra

    Parte in salita per Giulio il terzo match, con un mulligan, ed i primi turni non offrono emozioni,con un Blood Knight ed una Figue of Destiny per parte; Matteo però si inchioda a due lande per un turno, dando all’avversario modo di recuperare parte dello svantaggio accumulato con la carta in meno. Entrambi però si fermano un pio di turni a tre terre, ma Giulio ha più creature dalla sua parte, e la quarta terra significa di nuovo Murderous Redcap che infligge i primi danni della partita. Cinque creature contro due, con Matteo sempre fermo a tre terre e costretto a chiudersi in difesa con due Bottle Gnomes: quando un Flame Javelin però gli toglie una Figure of Destiny 4/4 le cose si mettono male: i cavalieri e i du goblin più grossi di Napoli attaccano senza ritegno, finendo stoppati dagli eroici gnomi ma lasciando il board pulito dalla parte massese. La strenua resistenza di Matteo però viene vanificata quando dal mazzo di Giulio si unisce alla festa un Demigod of Revenge che guida l’alpha strike definitivo: Matteo tende la mano e la partita finisce qui.

    Bianchi 1-2 Barra



     
  • Saturday, 11:05 am : Feature Match Round 2 - Luca Chiera vs. Matteo Morra
    by Bruno Panara
  • Si affrontano in questo turno uno dei giocatori italiani più esperti, Luca Chiera (oltre 30 Pro Tour all’attivo, 5 top8 ai Nazionali di cui uno vinto, top8 al GP Como ‘97) di Roma, e un nuovo arrivato nella scena professionistica italiana, Matteo Morra da Mestre (2 Pro Tour con altrettanti piazzamenti in top32). Seguiremo untra match di rb token di Chiera, mentre Matteo gioca un rb aggressivo. Il veneto vince il tiro del dado e sceglie di iniziare.

    Luca mulliga la sua prima mano, ma è contento delle sei che gli arrivano. Il romano può sviluppare immediatamente il board con 3 Mogg War Marshall e un Marsh Flitter. Tutti questi segnalini goblin non durano a lungo però, perchè Matteo nel frattempo ha apparecchiato con Shadow Guildmage, 2 Boggart Ram-Gang e un Magus of the Moon. Un Siege-Gang Commander da parte del romano minaccia di rendere i token più pericolosi, ma il rischio è scongiurato grazie a un Flame Javelin. Luca si trova con una mano di solo carte nere che non può castare a causa del Magus, e quando Matteo gioca un Demigod of Revenge non riesce a trovare una soluzione in tempo.

    Luca Chiera 0 - Matteo Morra 1

    La seconda partita inizia senza mulligan, con Luca che parte di Mogg Fanatico, a cui Matteo risponde con Thoughtseize, vedendo terre, Marsh Flitter, Fatal Frenzy e Mogg War Marshall. Il goblin viene scartato, ma il mazzo decide di dare a Luca delle buone pescate sotto forma di un altro Fanatico, Bitterblossom e Greater Gargadon. Matteo può solo essere aggressivo con Boggart Ram-Gang e Magus of the Moon, tenendo in mano 3 spari e una rimozione.

    Il primo Gargadonte entra in gioco mangiandosi le terre, ma quando viene pompato da Fatal Frenzy un Flame Javelin e un Incinerate prevengono i danni. Un altro Magus per Matteo tiene alta la pressione, mentre Chiera si riprende pescando terre, aspettando che il secondo Gargadonte entri in gioco. Ma Matteo non vuole aspettare: dalla cima del mazzo arriva Demigod of Revenge, e quando Morra rivela Flame Javelin e Incinerate a Luca può solo concedere.

    Luca Chiera 0 - Matteo Morra 2



     
  • Saturday, 11.35 AM: Deck breakdown
    by Andrea “Pk” Panebianco
  • Puntuale come la cartella delle tasse arriva l’analisi dei mazzi di questa prima giornata di nazionali italiani. Subito una piccola sorpresa: Faeries, scelto da giocatori famosi come Ottati, Lippi, Kratter, Fiori e Golia è battuto di misura da Monored, che invece è stato il mazzo di Barra, Kagawa, Benifei, Angeli e Filippini. Molto gettonati anche Elfi GB, ed a ruota Manaramp in tutte le sue varianti e varie tipologie di Reveillark Combo, ma in generale non manca qualche scelta controcorrente. Questo il breakdown finale dei giocatori di questi nazionali 2008:

    Monored 37
    Faeries 35
    GB Elves 30
    Manaramp (GW/GR) 17
    RB Tokens 16
    Merfolk (Mono U/WU) 15
    Reveillark combo 14
    MonoG Druids 5
    Seismic Swans 4
    Doran/The Rock/Tarmorack 4
    Boros 3
    Rogue decks 13



     
  • Saturday, 12:13 AM: Feature Match Round 3 - Galatioto vs Fiori
    by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Stefano Fiori ed Emanuele Galatioto, entrambi con due vinte, cercano la vetta della classifica nel terzo round dei campionati italiani di Magic 2008.

    Emanuele prende un doppio mulligan e tiene le cinque successive, ma dopo aver calato una terra, salta i successivi 4 land drop. Per Stefano è un gioco da ragazzi portare a casa la prima partita, grazie a milioni di token volanti prodotti da un Bitterblossom giocato di secondo turno.

    Emanuele parte alla grande nella seconda partita con Figure of Destiny e Stigma Lasher. che viene spedito nel cimitero da un Terror. Quando Emanuele tenta di far crescere la propria figura a 4/4, ma un secondo Terror libera il board e permette a Stefano di lanciare un Bitterblossom prima e una Razormane Masticore dopo, dimezzando i punti vita dell’avversario.Emanuele tenta di rientrare in gara con una seconda Figure of Destiny, e terminando la masticora con un Incinerate ed un Flame Javelin. Ma per Stefano la partita è in discesa. Nel mantenimento dell’avversario tappa tutte le lande con una Mistbind Clique, e nell’attacco successivo, grazie alla fata tappatrice, ad alcuni token e al potenziamento di uno Scion of Oona, infligge i danni finali che gli permettono di aggiudicarsi il match.

    Galatioto 0 – Fiori 2



     
  • Saturday, 12:17 pm: Feature Match Round 3 - Davide Brambilla vs. Norberto Giusti
    by Bruno Panara
  • Il terzo turno iniza tra le risate con i due giocatori che si presentano al tavolo ridendo e scherzando tra di loro. Davide “Bramba” Brambilla di Lecco gioca il mazzo storm monorosso, mentre Norberto Giusti di Bologna l’innovativo Primalclux Aggro (monoverde con Magus of the Vine). Entrambi giocatori sono sul 2-0, ma Giusti ancora non ha perso un game oggi.

    Davide vince il tiro del dado, ma decide di partire con sei carte. Montagna seguita da Lotus Bloom è la partenza di Bramba, che al secondo turno carica un Molten Slagheap col mana del Magus of the Vine che Norberto aveva giocato nel suo turno. Uno shock impedisce al Magus di accellerare per il Bolognese, che sviluppa il suo board con Kitchen Finks e Chameleon Colossus. Il turno in cui il loto entra in gioco non porta alla chiusura della combo, ma al seguente Davide sospende Rift Bolt. Norberto attacca portando il suo avversario a 10 e gioca un altro Chameleon Colossus, pronto a vincere il game al prossimo turno. La mano di Brambilla non gli permette di chiudere al turno seguente, la pescata di turno porta una terra, e Manamorphose un Tarfire, anche se uccidesse un Colosso morirebbe del Treetop Village e la Mutavault di Giusti. E’ il momento di concedere e di passare alla seconda partita.

    Davide Brambilla 0 - Norberto Giusti 1

    Davide parte nascondendo un Empty the Warrens sotto un Spinerock Knoll e caricando delle storage lands, mentre Giusti cala un Devoted Druid (ucciso da Shock), Loxodon Warhammer e Chameleon Colossus. Anche le sue terre sono pericolose: 2 Mutavault e un Treetop Village accompagnano una foresta. Bramba sospende un Rift Bolt mentre Norberto gioca Garruk Wildspeaker, stappa due terre e equipaggia il Colosso, attaccando per una differenza di 14 vite.Il Rift Bolt bersaglia Giusti, ma la pescata di Brambilla è ancora una volta poco incisiva. Rivela una mano povera e concede la partita, senza esser mai entrato nel match.

    Davide Brambilla 0 - Norberto Giusti 2



     
  • Saturday, 1.35 P.M.: Feature Match Round 4 – Santopadre vs. Rampini
    by Andrea “Pk” Panebianco
  • Al 4° turno si affrontano il pisano Marco Santopadre e il padrone di casa riminese Stefano Rampini. Sfida tra un monorosso classico, preponderante in questo nazionale e...un altro monorosso...

    Besso, dal pubblico: “Ti fanno seguire solo partite difficili a te, eh?”
    PK “Perché sanno che sennò mi addormento...”

    Mulligan per entrambi, e se Marco tiene dopo un tentennamento, Stefano sembra più convinto della sua mano a 6 carte. Dopo aver scambiato il suo Mogg Fanatic con il Magus of the Scroll del padrone di casa, Marco droppa un Ashenmoor Gouger a cui viene risposto da Blood Knight + Shock e la stiuazione si riequilibra. Dopo qualche turno di spari assortiti, il secondo Magus of the Scroll di Stefano sembra poterla fare da padrone, visto che anche il successivo Figure of Destiny avversario viene bruciato da un suo Incinerate. Boggart Ram-Gang del riminese che prova a forzare i beatdown ma si vede rispondere con un immenso Demigod of Revenge che inizia a dominare il campo prima di venire abbattuto da Puncture Bolt e Shock. È dura però recuperare lo svantaggio dato dal pestaggio precedente e dopo un paio di turni di resistenza, il riminese decide di passare alla seconda.

    Santopadre 1-0 Rampini

    PK “Finora ho coverato solo mirror di monored...”
    Voce dal pubblico “Si vede che hanno lavorato molto per bilanciare i colori...”

    Niente mulligan stavolta, e Magus of the Scroll di primo per Stefano che al terzo turno gioca Boggart Ram-Gang e prova a menare le mani, vedendo i goblin arieti bruciati vivi da Incinerate. Per qualche turno non succede un granché e il Magus ha buon gioco per rosicchiare qualche danno, un Blood Knight viene fritto da Incinerate e così un Ghitu Encampment toscano viene raso al suolo da un singolo Mogg Fanatic. Stefano ha risposte per tutto quanto, sembra, ed un altro Ghitu Encampment viene fatto fuori senza pietà. Qualcosa di più solido arriva un turno dopo con Ashenmoor Gouger e un’altra Figure of Destiny ma Stefano continua a sparare direttamente all’avversario prima di calare Blood Knight e arroccarsi in difesa, coperto da un altro Incinerate: sul ‘passo’ di Marco dopo l’attacco, è sufficiente un altro Flame Javelin per mettere a segno il punto del pareggio.

    Santopadre 1-1 Rampini

    Marco “Ho sperato ne avessi solo un paio...”
    Stefano “No, ero bello carico di botti”
    PK “Manca solo che arrivino gli ispettori ONU per controllare le armi di distruzione di massa...”

    Il terzo match parte con un doppio mulligan del pisano...

    Stefano “Vabbé, mulligan anche per me”
    PK (rivolto a Marco) “Beh, dai, almeno è sportivo...”

    Marco tiene con una terra e salta due land drop, dando tempo a Stefano di attaccare un paio di turni con Ghitu Encampment e Stigma Lasher, ma anche quando arriva la seconda terra non tira una buona mano per il toscano: Stefano prende un po’ di vantaggio e poi scarica una mano di quattro spari direttamente sul suo avversario, chiudendo il match senza patire più di tanto.

    Santopadre 1-2 Rampini



     
  • Saturday, 1.35 P.M.: Feature Match Round 4 – Benifei vs Pini
    by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Ultimo incontro di standard della giornata prima dei quattro round di booster draft. A sfidarsi per chiudere a quota 12 punti sono Marco Benifei e Francesco Pini.

    Marco parte all’arrembaggio con un Mogg Fanatic e una Figure of Destiny, che Francesco fronteggia con un Llanowar Elves e un Talara’s Battallion, terminata da un Incinerate. Marco continua a pressare con una seconda Figure of Destinity ed un Boggart Ram Gang, che muore assieme ad un Treetop Village. Pini prova a fermare le minacce dell’avversario, mettendo blocchi su blocchi, ma non c’è alcun verso che questi rimangano sul tavolo, perché vengono sistematicamente uccisi con precisione da serial killer dagli spari dell’avversario. Pochi attacchi dopo, infatti, Marco si porta sull’1 a 0.

    Parte male Francesco nella seconda partita, che dopo un mulligan a 6 si trova a dover affrontare subito due Figure of Destiny e un Magus of the Moon. Con una sola landa base in gioco diventa tutto piu’difficile quindi è necessario terminare il mago con uno Slaughter Pact e calare un Garruk Wildspeaker, che produce subito una bestia (che al mercato mio padre compro cit.) . Le due figure accompagnano Garruk nel cimitero assieme alla bestia, rimossa da un Puncture Bolt. Quando Marco finisce la benzina e le creature di Pini rimangono in tavola la musica cambia, Grazie anche all’aiuto di Mutavault e Treetop Village, e ad una sapiente serie di Slaughter Pact, l’uno a uno diventà realtà

    Wren Run Vanquisher e doppio Llanowar Elves contro Magus of the Moon e Figure of Destiny. Questo quello che c’è in tavola all’inizio del terzo turno di gioco della terza partita. Francesco prova a rompere gli equilibri con una Razormane Masticore. La bestia sembra riuscirci levando o indebolendo i blocchi di Marco. Quando alla lotta si aggiungono anche Kitchen Finks e il Magus of the Moon abbandona la contesa, non c’è verso in cui Marco possa salvarsi dalla sconfitta. Francesco chiude a punteggio pieno la prima porzione di standard del Nazionale di Magic 2008.

    Benifei 1 – Pini 2

     
  • Saturday, 3.35 P.M.: Drafting with Marco Camilluzzi
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • arco Camilluzzi, l'uomo che fa Top8 ad ogni PTQ finché non si qualifica, è il giocatore da battere al tavolo 3, comprendente anche Davide Brambilla, Marco Bianchi, Dario Parazzoli, Marco Benifei, Gianmaria Ruggiu, Francesco Gazzani e Giovanni Sponza.

    Marco apre subito una busta piuttosto mediocre in cui spicca una bella rara: Wydwen, the Biting Gale, piccata con convinzione dal giocatore romano. Purtroppo il blu latita e il nostro sarà costretto a shiftare su un BR Goblins, venendo però penalizzato da brutte aperture, solo mitigate da buone pick "centrali".

    Marco si dichiara soddisfatto del mazzo, anche se le buste potevano essere più generose come rare e non comuni aperte, pick di solito molto avanzate che danno dei filler, hanno trovaato posto nel maindeck in quanto buone carte per questo mazzo. Messo di fronte alla scelta di switchare sul verde per un Fertile Ground arrivato di terza pick, Marco ha preferito appoggiarsi ai Boggart perché "Goblin è sottodraftato in questo formato e c'erano più possibilità di fare un ottimo mazzo. Sono contento di quello che è satato fuori". Vediamo se i fatti gli daranno ragione in questi quattro turni.



     
  • Saturday, 3:40 PM: Draft 1 Fiori
    by Andrea ‘Vitello’ Vitali
  • Il pacchetto di Lorwyn di Stefano presenta due carte interessanti Pestermite e Final Revels. La Fatina la spunta. Nel secondo non c'è esitazione nel prendere un Silvergill Douser. Come terzo pick Glen Endra Pranksters su Spellslutter Sprite. Poi il blu finisce e allora si deve cambiar colore. Il quarto pacchetto non contiene molto di entusiasmante a parte una Vivid Marsh. Ma il quinto offre una soluzione nel rosso con un Changeling Berserk. Finalmente una rimozione nella forma di Weed Strangle, a cui seguono Familiar's Rouse, Giant Harbringer, Crash Underfoot e fuffa varia.

    Punitivo il secondo pacchetto dove Stefano deve prendere uno Spectral Changeling come prima scelta. Fortuanatamente il secondo pacchetto gli riserva una Worth, Boggart Auntie Dura decisione nel terzo pacchetto tra Peppersmoke e Pestermite. Alla fine la rimozione va nel pool di carte su cui creare il mazzo. Boggart Harbringer, Boggart Mob e Consuming Bonefire. Sono gli ultimi pick degni di nota, assieme a qualche altro goblin o gigante che sicuramente mi è sfuggito!!!

    Lightning Crafter! Un balzo sulla sedia quando il goblin raro si presenta tra le carte del pacchetto di Morningtide. E se il second pick è dedicato ad un counterdraft (Wolf Skull Shaman), il terzo porta un altro utile goblin nel pool di carte nella forma del Frogtoss Banneret. Quarto Pick un inaspettato Spitebellows e sesto un Taurean Mauler. Poi un Rage Forger, un altro Frogtoss Banneret, uno Shard Volley, e poi un pool di carte virsualmente inutilizzabile. Penultimo pick il terzo Frogtoss Banneret.

    Alla fine del draft Fiori è soddisfatto per quello che è riuscito a costruire. Questo rosso-nero potrebbe riservagli qualche buona sorpresa.



     
  • Saturday, 3:57 pm : Drafting with Eugenio Nesi
    by Bruno Panara
  • Seguiamo il draft di Eugenio Nesi, giocatore milanese che ha chiuso imbattuto la frazione standard della giornata.

    Pack 1 - Llorwyn

    1. Mulldrifter (Fodder Launch, Surge of Thoughtweft, Changeling Berserker, Warren Pilferers, Soulbright Flamekin, Kinsbaile Balloonist)
    2. Warren Pilferers (Squeaking Pie Sneak, Flamekin Harbinger, Wings of Velis Vel, Soulbright Flamekin)
    3. Pestermite (Summon the School, Battlewand Oak, Elvish Branchbender)
    4. Sunrise Sovereign (Kinsbaile Skirmisher, Elvish Branchbender, Inner-Flame Igniter)
    5. Smokebraider (Balticore, Fertile Ground, Stonybrook Angler)
    6. Sygg, River Guide (Ponder, Sentinels of Glen Elendra, Stinkdrinker Daredevil)
    7. Silvergill Douser (Judge of Currents, Pollen Lullaby)
    8. Wings of Velis Vel (Stinkdrinker Daredevil, Pollen Lullaby)
    9. Soulbright Flamekin
    10. Faerie Trickery
    11. Merrow Commerce (Battlewand Oak)
    12. Ego Erasure (Fire-Belly Changeling)
    13. Spinerock Knoll

    Pack 2 - Llorwyn

    1. Stonybrook Angler (Wren's Run Vanquisher, Ashling the Pilgrim, Lys Alana Huntmaster, Thorntooth Witch, Broken Ambitions, Consuming Bonfire)
    2. Warren Pilferers (Nath's Elite, Vivid Creek, Vivid Crags, Burrenton Forge-Tender, Fistful of Force, Surge of Thoughtweft, Glarewielder)
    3. Ethereal Whiskergill (Epic Proportions, Cloudcrown Oak, Spellstutter Sprite, Kithkin Harbinger, Tideshaper Mystic, Soulbright Flamekin)
    4. Silvergill Adept (Springleaf Drum, Veteran of the Depths, Ameboid Changeling)
    5. Inkfathom Divers (Peppersmoke, Skeletal Changeling, Battlewand Oak)
    6. Vivid Creek (Peppersmoke, Ponder, Moonglove Winnower)
    7. Ringskipper (Fertile Ground, Boggart Loggers)
    8. Shimmering Grotto (Kithkin Harbinger, Vivid Grove, Ringskipper)
    9. Broken Ambitions (Wispmare, Familiar's Ruse)
    10. Burrenton Forge-Tender (Surge of Thoughtweft)
    11. Tideshaper Mystic
    12. Ingot Chewer
    13. Acquitect's will
    14. Shields of Velis Vel

    Pack 3 - Morningtide

    1. Dewdrop Spy (Stonybrooke Banneret, Distant Melody)
    2. Disperse (Cenn's Tactitian, War-Spike Changeling, Kithkin Zephyrnaut, Forfend, Obsidian Battle Axe, Burrenton Bombardier, Frogtosser Banneret)
    3. Coordinated Barrage (Negate, Bosk Banneret, Stonehewer Giant, Festercreep)
    4. Burrenton Bombardiers (Coordinated Barrage, Warren Weirding, Distant Melody, Ballyrush Banneret)
    5. Stonybrook Schoolmaster (Rage Forger, Ambassador Oak)
    6. Cloak and Dagger (Distant Melody)
    7. Wandering Greybeard (Bosk Banneret, Ambassador Oak, War-Spike Changeling, Festercreep)
    8. Fencer Clique (Research the Deep)
    9. Changeling Sentinel (Distant Melody)
    10. Order of the Golden Cricket (Cenn's Tactician, Forfend)
    11. Festercreep (Negate, Bosk Banneret)
    12. Warren Weirding (Research the Deep)

    Alla fine del deckbuilding Eugenio non è soddisfatto: "Posso vincere solo con Sygg. Il draft era partito bene, poi quando ho visto Sygg sesto pick e dopo ancora Douser ero contento, bianco blu tritoni è la mia combinazione preferita in questo formato. Purtroppo poi sarà successo qualcosa dall'altra parte del tavolo e le carte non sono più arrivate. Il mio mazzo è mediocre, spero di riuscire a farci almeno 2-1-1".



     
  • Saturday 4:05 PM: Feature Match Round 5 Neri - Giusti
    by Andrea ‘ Vitello’ Vitali
  • Sfida interessante quella tra Norberto Giusti, noto giocatore di lungo corso, e Riccardo Neri, emergente anche nel panorama internazionale.

    Silvergill Banneret di secondo e Waterspout Weavers grazie ad un Springleaf Drum. Queste le giocate di Giusti nella prima partita oltre ad una Changeling Sentinel. Poi Norberto a parte, un Peppersmoke, smette di giocare, andando in un flood di mana disastroso. Riccardo si libera della preoccupazione del tritone “forse volo” con un Eyeblight Ending., ed inizia a picchiare l’avversario con le sue creature. Dopo un 5+3 e l’ennesima pescata di landa, Norberto concede.



    Woodland Changeling e Battle Wandoak.per Riccardo. Stonybroke Banneret per Norberto. Inizio lento quello della terza partita. Quando Norberto prova a rompere gli equilibri con un gigante Spaccapietre, Riccardo lo spedisce nel cimitero con un Eyeblight Ending. Sara’ l’ultima giocata di Giusti, che per la seconda partita consecutiva è costretto ad arrendersi al mazzo, che lo beffa fornendogli solo terre, senza dargli la possibilita’ di difendersi dalle creature di Riccardo

    Neri 2 – Giusti 0



     
  • Saturday, 4:06 pm : Feature Match Round 5 - Eugenio Nesi vs. Giuseppe Messina
    by Bruno Panara
  • Al primo turno del draft giocano contro Eugenio Nesi di Milano e Giuseppe Messina di vicino Roma, entrambi sul 4-0, imbattuti in costruito. Inizia la prova per vedere se uno dei due sarà imbattuto a fine giornata. Il tiro del dado ha un risultato alquanto netto, 1 per Messina, mentre Eugenio con 20 decide di iniziare.

    Nesi parte aggressivo con la sua bomba, Sygg, River Guide, che purtroppo non dura a lungo e viene eliminato con un Lash Out. Giuseppe vince il clash rivelando Sensation Gorger, ma al suo turno gioca Frogtosser Banneres e poi Caterwauling Boggart. Dall'altra parte del campo scendono Changeling Sentinel e poi Inkfathom Divers, mentre Messina continua a consolidare la sua armata con Fire-Belly Changeling e Mudbutton Torcher.
    Si scambiano un paio di attacchi e mentre Giuseppe evoca Stinkdrinker Bandit, Eugenio riesce a consolidare la sua posizione con Silvergill Douser e Dewdrop Spy. La situazione non regge per molto: dal mazzo del romano arriva Fodder Launch, e Nesi concede.

    Eugenio Nesi 0 - Giuseppe Messina 1

    Inizia il secondo game e Nesi pensa a lungo prima di mulligare una mano molto forte ma con solo una terra. Le sei che gli vengono offerte sono reputate sufficientemente forti, e dopo che Messina decide di non mulligare, al secondo turno aveva in gioco Silvergill Douser, giocando però niente fino al quinto turn quando arriva Wandering Greybeard. Giuseppe però parte forte con Fire-Belly Changeling e Frogtosser Banneret, rimuovendo tutte le creature di Nesi con Peppermoke, Moonglove Extract e Violet Pall. Quando Nesi tenta di resistere con Whiskergyll e Changeling Sentinel, l'armata di Messina continua a crescere con Mudbutton Torcher, Prickly Boggart, Ghostly Changelin e Nath's Buffoon. Le difese del milanese durano poco, e complice la mancanza del secondo mana blu, in due turni è costretto a cedere, procurandosi la prima sconfitta della giornata.
    Giuseppe Messina è 5-0 ancora imbattuto.

    Eugenio Nesi 0 - Giuseppe Messina 2

     
  • Saturday, 5.25 P.M.: Feature Match Round 6 - Lippi vs. Rampini
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • Altro feature match per Stefano Rampini, stavolta col massese Alessandro Lippi, Stefano vince il tiro di dado e decide di iniziare. Subito però un mulligan per il giocatore di casa che si inchioda subito a due terre, mentre il Judge of Corrents di Alessandro comincia a rosicchiare punti vita, seguito da Stonybrook Schoolmaster e Veteran of the Depths. Quinto turno e ancora niente terre per Stefano che decide di accorciare l'agonia di un match in salita ripida e ammucchia dopo meno di tre minuti.

    Rampini 0-1 Lippi



    Stavolta Stefano parte con le terre e mette di terzo un Stinkdrinker Daredevil, seguito da War-Spike Changeling, alla quale Alessandro risponde con Guaritore Kithkin e Streambed Aquitects. Crescono però le fila del riminese, che mette giù Paperfin Rascal, Adder-Staff Boggrt e Mulldrifter in rapida sequenza, mentre Alessandro si difende con le unghie, i denti ed un Coordinated Barrage che frigge il changeling rosso dell'avversario: il blocco successivo a due del Kithkin e di un token di Summon the School viene nullificato dall'uso di Wings of Velis-Vel e per Alessandro la partita si mette in salita.La situazione si stalla leggermente quando una Ethereal Whiskergill vuol mettere un freno al beatdown del pesce volante di Stefano, ma così non è: nonostante Alessandro dica di temere qualche scherzetto, non si fida a bloccare e scende a 8 punti vita, menando a sua volta col 4/3 cercando di rientrare in damage race. L'asso nella manica di Stefano si rivela essere la produzione di mana di Soulbright Flamekin che gli permette di mettere in gioco Fallowsage e di sparare con Consuming bonfire portando a 4 Alessandro col successivo attacco. Topdeckata magistrale del massese che gioca Final Revels e pulisce il tavolo, cercando di vincere con la Branchia nei successivi tre turni; ma un tritone 3/3 diventa 4/4 con la Wings of Velis-Vel che appare nelle mani del riminese e porta il match in parità.

    Rampini 1-1 Lippi

    Subito drop a due per Alessandro con un Judge of Corrents, seguito da Stonybrook Schoolmaster e da Steambed Aquitects e per Stefano c'è subito da inseguire: War-Spike Changeling e Blind-Spot Giant mettono i paletti in difesa, ma Alessandro casta summon the School e attacca senza pietà. Mulldrifter della vita per Stefano ma la combo dei tritoni si mette in moto, regalando 4 punti vita ad Alessandro mentre la forte sorcery bianca torna tra le sue manone, rendendo veramente indispensabile l'arrivo di Thundercloud Shaman, e un Inkfathom Divers viene giocato per rivelarlo nelle successive 4 carte e poter resettare il board del massese...niente da fare perchè tutto quello che il riminese può fare è cercare di ribaltare la damage race con le sue creature più grosse, e sparando sugli Aquitetti con Rivals' Duel immolando il gigante cieco. Arrivano i token tritone a schiaffeggiare Stefano che scende a 4 in serio pericolo di vita, ed allora la decisione è quella di non offendere ma di calare un altro gigante 4/3 e uno Stonybrook Banneret per tentare di temporeggiare e trovare magari un varco nelle difese avversarie, ma Summon the School è un vero disastro quando si mette in moto e i token diventano i breve tempo troppi per poterli bloccare tutti. Finisce quindi con la vittoria di Lippi e di una mano iniziale veramente sgravata.

    Rampini 1-2 Lippi

     
  • Saturday, 5:26 pm : Feature Match Round 6 - Giulio Barra vs. Giovanni Intini
    by Bruno Panara
  • Scontro tra due giocatori storici di Magic Italiani, entrambi con anni di esperienza di gioco a livello professionale. Giulio Barra da Napoli ha cominciato la stagione con un fantastico piazzamento in top4 al PT Valencia. Intini è un giocatore barese di lunga data.
    La sfida inizia all'insegna degli scherzi di due vecchi amici, Giulio insiste per giocare la partita con il suo mazzo Standard, perchè il suo draft è troppo brutto; Giovanni è quasi convinto, ma alla fine decide di voler giocare contro il mazzo giusto: "Oggi è il mio compleanno dammi almeno una possibilità di vincere, con te perdo sempre!". Dopo una sfida di lancio del dado acrobatico è Barra a decidere di andare per primo.

    Giulio è subito aggressivo con Goldmeadow Harrier, Kinsbaile Skirmisher e Springjack Knight. Purtroppo Giovanni salta il terzo land drop, e quando ci arriva può calare solo Stonybrooke Schoolmaster. Giulio gioca Shinwend, mentre rivela dalla cima del mazzo Kithkin Harbinger col clash del suo cavaliere, mentre Giovanni è fermo a tre terre. Il barese tenta di contenere l'attacco dell'avversario utilizzando Wings of Velis Vel per tradare con Springjack Knight, ma Giulio non è d'accordo e lo protegge con Redeem the Lost. Al turno seguente l'Harbinger trova un Wizened Cenn, e mentre l'attacco del napoletano viene indebolito dallo Stream of Unconciousness di Intini, quest'ultimo di ritrova a dover giocare il suo turno con 3 vite.
    Alla fine del turno dell'avversario entra Sentinels of Glen Elendra, che si affianca a Paperfin Rascal, ma l'inferiorità numerica delle creature di Giovanni non gli hanno permesso di sopravvivere il turno.

    Giulio Barra 1 - Giovanni Intini 0

    Giovanni vuole fare dei cambi di side e pare molto concentrato, allora per rompere la tensione Giulio fa partire "Eye of the Tiger" dal suo lettore MP3, colonna sonora delle procedure pre-partita.

    Un'altra volta drop a 1 per Barra che prima gioca Cenn's Tactician e poi Goldmeadow Harrier, ma questa volta Intini non sta a guardare e fa Ringskipper e due Stonybrooke Schoolmaster. Non arrivano altre creature per il napoletano, ma l'Harrier continua a crescere con i segnalini del Tactician. Il mazzo del suo avversario questa volta inizia a ingranare: Springleaf Drum tappa un tritone, facendo entrare una pedina, per castare Mulldrifter. Al turno successivo Aethersnipe rimbalza l'Harrier, annullando tutto il lavoro del suo compagno Kithkin. Giulio riesce a contenere la situazione con un Weight of Conscience, ricalando poi il suo drop a 1 e un Festercreep. Ma le carte del barese non sono ancora finite, Waterspout Weaver scende per cercare di aumentare la flotta volante, e al turno successivo si unisce al gruppo anche Streambed Acquitects. Si scambiano attacchi con Giulio che cala Plover Knights e Hillcomber Giant.
    Weed Strangle elimina gli Acquitects, lasciando Giulio in superiorità numerica sul board. Fencer Clique arriva a rinforzare le difese di Giovanni, ma è il suo avversaro che sta aggredendo, e risponde a una Sentinels of Glen Elendra con un Order of the Golden Cricket. Giulio è convinto del suo vantaggio, e gioca Colfenor's Plans per vedere sette carte nuove, nel frattempo Cenn's Tactician fa gli straordinari, ingrassando le creature del suo controllore. Giovanni non si vuole far superare dal vantaggio di carte e gioca Fallowsage, mettendo in piedi un motore di carte con Springleaf drum. Burrenton Bombardier rinforza i Plover Knights, e un'altra Weight of Conscience ferma il motore di Fallowsage. Glen Elendra Pranksters sono presagio di tricks da Intini che però va a 7 vite dopo l'attacco di Giulio, "pompato" da un Kinsbaile Skirmisher. Paperfin Rascal scende a difendere il forte del barese, ma Giulio, seppur in inferiorità di creature, continua ad attaccare, costringendo Giovanni a cedere il vantaggio numerico, e a perdere altre 3 vite.
    Il turno dopo c'è un altro Hillcomber Giant, e al momento dell'alpha strike Giovanni non può non sacrificare tutte le sue creature per rimanere in vita, quindi allunga la mano in segno di sconfitta.

    Giulio Barra 2 - Giovanni Intini 0

     
  • Saturday, 6:31 pm : Feature Match Round 7 - Manuel Alvisi vs. Patrizio Golia
    by Bruno Panara
  • Manuel Alvisi gioca in casa, due volte Campione d'Italia di seguito, si trova ora sul punteggio di 5-1. Stesso punteggio per Patrizo "Goliath" Golia, che quest'anno ha gia fatto un top8 e un top16 in due GP Limited. Nessuno dei due giocatori è soddisfatto del proprio mazzo e dopo aver discusso delle anomalie del loro draft si mettono subito a giocare.

    Alvisi vince il sorteggio e parte con Kinsbaile Skirmisher e poi Goldmeadow Harrier. Golia risponde con Mosquito Guard, ma quando prova ad incantarla con Triclopean Sight, perde il suo board da un Lash Out. Tenta di ricostruire con Order of the Golden Cricket e Kithkin Healer. Quando Manuel evoca Spitebellows e lo belsaglia con Graceful Repriece, il suo avversario salva la creatura con la sua copia dell'istantaneo bianco, ma la situazione è critica. Manuel attacca e le vite di Goliath sono poche, non riesce ad aumentare le difese- Le sue ultime vite vengono schiacciate da Giant's Ire e si va diretti al game 2.

    Manuel Alvisi 1 - Patrizio Golia 0

    Mulligan a 5 per Golia che parte con Burrenton Forge-Tender. Kinsbaile Skirmisher è la risposta di Manuel, che cala anche Goatnapper per difendersi dal Tender e Inner-flame Igniter. Triclopean Sight incanta l'elementale, che dopo aver attaccato viene affiancato da Kithkin Zephyrnaut. Il riminese può sono giocare un Sunflare Shaman, e scende a 12 dopo l'attacco. Si rivede il trick Spitebellows + Graceful Repriece, che elimina la creatura più grossa dell'avversario, che a questo punto può solo castare Militia's Pride.
    Giant Harbinger trova Brion Stoutarm, e dopo due Giant's Ire Patrizio si trova in una situazione critica. Un paio di attivazioni di Brion e Manuel si porta sul 6-1.

    Manuel "Giant's Ire" Alvisi 2 - Patrizio Golia 0

     
  • Saturday, 5.25 P.M.: Feature Match Round 7 - Castellano Vs. Vizzari
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • Nel settimo round si sfidano due "vicini" di casa: Paolo Vizzari from Biella contro Marco Castellano, reduce dall'ottima prestazione del GP Bruxelles, di Torino. Marco vince il lancio di dado e dopo aver tentennato un po' decide di tenere la mano, mentre Paolo senza troppi patemi, decide di scendere a 6, ma parte a razzo con Mosquito Guard e Kinsbaile Skirmisher, fermato prima di nuocere da Weight of Conscience. Paolo evoca il Kithkin tutore e mette Thoughtweft Trio in cima al mazzo...

    Marco "Aha! Hai preso Buffon...quello che para tutto..." si gira verso di me e "Scrivi: sono ufficialmente morto..."

    L'orda di Kithkin si rivela praticamente inarrestabile, Sdegno del Branco abbatte un Changeling Hero di Marco e spiana la strada ad un attacco senza quartiere che si risolve sì, con la morte del 5/5 (stoppato con un 1/1 pompato da Swell of Courage), ma con la discesa a 3 punti vita di Marco che pesca e concede.

    Vizzari 1-0 Castellano

    Paolo "Scrivi che saluto Rotolo, per favore?"
    PK "Se insisti....Rotolo, ti salutiamo io e Paolo!"

    Stavolta le armate Kithkin vengono un po' bloccate dalla tech di side di Marco, che evoca un Pioppo Nero Sciamano e lo scambia con un Kinsbaile Cavalier, dopo una battaglia di removal di altri tempi. Però Marco rimane col board vuoto, mentre tre piccoli Kithkin dalla parte di Paolo promettono grandinate di schiaffi, prima di venire nuovamente stoppati da un Boggart Ragnoparrucca che rimane in difesa. Dalla parte di Paolo continuano a grandinare omini bianchi fastidiosi mentre Marco è in difficoltà per la mancata pescata di creature per difendersi, e in questa situazione, Paolo continua ad attaccare per rosicchiare danni e cercare di approfittare al meglio di questo momento. Marco evoca un Changeling Hero per cercare di risalire dai 3 PV a cui è precipitato, ma il Burrenton Bombardier lo porta ad 1 prima di perire. Chiude il conto un Lash Out topdeckato da Paolo, che si schianta sul Boggart e il cui clash dà ragione al biellese ed i suoi fastidiosissimi omini bianchi.

    Vizzari 2-0 Castellano

     
  • Saturday, 7:42 pm : Feature Match Round 8 - Marco Cammilluzzi vs. Dario Parazzoli
    by Bruno Panara
  • Marco Cammilluzzi si presenta col suo rosso-nero goblin per sfidare il vecchio giocatore milanese Dario "Sbiru" Parazzoli (3 volte top8 ai Nazionali, e quasi venti qualificazioni ai Pro Tour). I giocatori si prendono in giro, dicendosi stanchi alla fine di questa lunga giornata e offrendosi l'un l'altro la patta intezionale.
    Alla fine si comincia a giocare con Dario che vince il tiro del dado.

    Sbiru mostra immediatamente i suoi colori, calando pianura, isola e Judge of Currents, dopo un paio di turni arrivano anche Sentinels of Glen Elendra e Paperfin Rascal, che clashando rivela un utile Mulldrifter, che aiuterà il suo controllore a trovare il secondo mana blu di cui necessita. Nel frattempo però anche Marco cala le sue creature: Goatnapper, Caterwauling Boggart e uno Stenchskipper. Il primo attacco dell'elementale viene sminuito da uno Stream of Unconsciousness, ma il secondo Judge of Currents non ha per Dario lo stesso impatto sul board dello Spitebellows del suo avversario. Finalmente arriva il Mulldrifter, che porta con se l'isola, ma pur avendo meno vite del milanese (9 a 14), Marco decide di attaccare con i suoi elementali. Lo Spitebellows si porta via tutte le creature blu dell'avversario, lasciandolo con due Judge of Currents a Fronteggiare i Goblin e lo Stenchskipper, a cui si unisce anche un Tar Pitcher.

    Peppersmoke uccide uno dei tritoni a fine turno, ma quando Marco vuole attaccare col suo volante un Whirpool Whelm lo rimanda in cima al mazzo. Al turno successivo arriva un Mudbutton Torchrunner, che in combinazione con il Tar Pitcher fa piazza pulita delle creature del suo avversario, che concede per andare a cercare soluzioni nella sua side.

    Marco Cammilluzzi 1 - Dario Parazzoli 0

    Al secondo game Sbiru mulliga a 6 e non pare soddisfatto della sua mano ma tiene lo stesso. Al secondo turno gioca uno dei suoi tre Judge of Currents, seguito da un Streambed Acquitects, mentre il suo avversario sfrutta un Frogtosser Banneret per giocare Tar Pitcher al terzo turno. Quando nel mantenimento del suo avversario Dario tenta un Whirpool Whelm sul Pitcher si ritrova senza creature dopo uno Spitebellows e un Peppersmoke.

    Dario non ha più magie in mano, ma per fortuna Marco attacca solo col suo Banneret. Un paio di pescate di terre dopo per Sbiru le cose si mettono male: Marco gioca Sunflare Shaman e Adder Staff Boggart. Solo Burrenton Bombardiers per il milanese che è costretto a tradarlo per l'elemetale. Allo Stenchskipper di Marco il mazzo dell'aversario risponde con un ottimo Mulldrifter, ma quando arrivano un altro Spitebellows e un altro Tar Pitcher le cose si mettono male.

    Per fortuna Sbiru tira fuori un Final Revels che fa 5 per 1 e riparte con Aven Changeling. Marco ancora non ha finito la benzina, in un paio di attacchi ha tradeato un Hornet Harasser con una Glen Elendra Sentinel, e si trova in race con Oona's Blackguard e Boggart Loggers conto il changeling e un Sigil Tracer. Dopo Nevermaker Cammilluzzi pesca Mournwhelk, facendo scartare Coordinated Barrage al suo avversario, che purtroppo non riesce ad arginare le creature del romano che vince pochi turni dopo.

    Marco Cammilluzzi 2 - Dario Parazzoli 0

     
  • Saturday, 7.45 P.M.: Feature Match Round 8 - Puoti vs. Nesi
    by Andrea "Pk" Panebianco
  • Il pescarese Armando Puoti gioca per il perfect in questa prima giornata dei Nazionali 2008: sulla sua strada il milanese Eugenio Nesi per cercare d'impedirglielo. Scende a 6 carte Armando, che ha vinto il tiro di dado e di secondo turno una Sunfllare Shaman entra in gioco; Eugenio risponde con Silvergill Douser, e poi con una Dewdrop Spy ad uno Stinkdrinker Daredevil. La partita continua a stallare, ed Armando prova a forzare con un War-Spike Changeling (neutralizzato da Broken Ambition) ed un Lys Alana Bowmaster a cui fa seguito, dall'altra parte del tavolo un Warren Pilferers per mettergli la museruola. La Spia di Eugenio comincia a picchiare mentre il pescarese prova ad offendere "a terra" con un secondo War-Spike Changeling ed un Rage Forger, per rientrare in damage race prima che la situazione possa diventare pesante. La Sciamana, ingrassata dal forgiatore, dà fuoco al Douser, dando così uno spiraglio di offesa senza temere fastidiosi trick difensivi. Sfortunatamente per Armando però trick risolutivo si rivela un Burrenton Bombrdier scartato per potenziare i Ladruncoli del milanese, che uccidono il cangiante. Eugenio poi con Coordinated Barrage disturba un blocco a due del pescarese e gli fa saltare i piani in difesa, da lì è un giochetto chiudere il match, vista anche la penuria di terre del suo avversario.

    Puoti 0-1 Nesi

    Il primo a giocare qualcosa nel secondo match è Eugenio con un Pescatore di Riopietroso messo giù di secondo turno, al quale Armando risponde con una Moonglove Extract e War-Spike Changeling nei successivi due turni. Eugenio prende la via dell'offesa aerea con Dewdrop Spy e Mulldrifter, per le quali il pescarese si cautela con un fastidiosissimo Cloudcrown Oak che promette battaglia contraerea. Però l'albero viene tappato e se la "molotov" abbatte la Spia, il Mulldrifter giunge tranquillamente a fare i suoi due danni, coperto da Pestermite che il turno dopo controlla il Changeling intraprendente. I mille trucchi del mazzo di Eugenio sembrano metterlo in vantaggio netto, mentre i suoi due volanti portano i punti vita di Armando a 11. Il pescarese non ci sta a perdere senza lottare: un Oblivion Ring mette la museruola all'unico blocco e dopo l'entrata del Rage Forger, c'è un attacco da otto danni che porta a 6 il milanese ora messo alle strette e costretto ad evocare Fencer Clique e difendersi. La situazione sembra ribaltarsi ed il Lys Alana Bowmaster scende in campo e minaccia di fare danni irreparabili in caso di nuove pescate di arcieri da parte di Armando. Gli arcieri non si vedono e una Changeling Sentinel ha buon gioco a tenere i difesa: Armando è costretto ad attaccare con una creatura sola (il cangiante che può prendere First strike) per evitare di perdere il vantaggio accumulato, mentre le sue armate crescono piano piano. Alla festa si unisce anche un Ambassador Oak. Troppe creature perché si possa resistere: Eugenio concede e si va alla terza.

    Puoti 1-1 Nesi

    Lippi, dal pubblico: "Euge hai perso? Oh mi dispiace..."
    Dal tavolo gli vola addosso una bottiglietta...

    Eugenio mulliga a 6 e tiene una mano con tre terre ma senza mana blu, e Armando comincia a costruirsi il board. Un Kithkin tutore prende War-Spike Changeling e comincia ad evocare creature, decisamente troppe per un milanese in color screw che dopo un paio di turni di attesa, ammucchia le sue carte. Armando Puoti è l'unico a chiudere imbattuto la prima giornata di questi Nazionali 2008, nonostante le difficoltà iniziali.

    Puoti 2-1 Nesi

     
  • Saturday, 7.25 pm : Quick Interview 1
    by Bruno Panara
  • Quale carta di Eventide ha avuto più impatto sul formato standard secondo te?


    Alessandro Lippi "Secondo me Figure of Destiny. E' il drop a 1 che tanto serviva al monorosso."


    David Besso "Stigma Lasher, perchè è fastidiosa per quei mazzi che guadagnano vite, come Reveillark e Quick'n'Toast"


    William Cavaglieri "Figure of Destiny, è il nuovo Pouncing Jaguar"

     
  • Saturday, 7.48 pm : Quick Interview 2
    by Bruno Panara
  • Con l'avvento di Eventide, quale pensi che sia la combinazione di colori più forte in SHM-SHM-EVE?


    Marco Castellano "Rosso-Verde o addirittura mono-rosso. Eventide fornisce a queste combinazione una grande quantità di carti giocabili, che rendono possibile questi archetipi molto aggressivi, il che è ottimo in un formato lentino come questo."


    Dario Parazzoli "Bianco, in qualsiasi combinazione. Il bianco è il colore con più rimozioni e più comuni forti. Il terzo pacchetto alza ancora le potenzialità di un colore che era già forte di suo."


    Gionata Dal Farra "Il rosso è decisamente il colore più interessante, ma è difficile rimanere monocolore. Le carte ibridi blu-rosse permettono una maggiore versatilità se si drafta per esempio rosso-verde nelle prime due bustine."

    • Planeswalker Points
    • Facebook Twitter
    • Gatherer: The Magic Card Database
    • Forums: Connect with the Magic Community
    • Magic Locator